martedì 26 maggio 2009

Ogni promessa è debito! Ecco la torta salata (e la vellutata di porri)


Eccomi, oggi sono riuscita a fare la torta salata e anche la vellutata di porri e patate nonostante che:

- alle 9 mi abbia svegliato mia madre, dolorante e spaventata, per una caduta che ha fatto sottocasa, per fortuna si è solo sbucciata un ginocchio ma l'ho fatta restare un pò con me per sicurezza.

- sia andata di corsa alla posta, al super, e in farmacia per arrivare presto a casa e stare con la mamy (vedi sopra)

-sia corsa dietro, invano, al postino che mi portava un pacco (ha suonato alle 15 e 30 mentre ero in bagno)

- Il mio FM sia tornato inaspettatamente alle 17 e 45 pieno di buone intenzioni e mi abbia obbligato a iniziare le 'grandi manovre' pre-vendita (cioè svuotare mobili per preparare i muri alla 'imbiancata' e pulire il giardino dalle erbacce che ormai lo infestano da mesi).

Però ce l'ho fatta e allora ecco la cena:

Vellutata porri e patate


Beh non è difficile, ho preso due porri e quattro patate, ho lavato il tutto molto bene e poi tagliato a pezzi , messo in una casseruola senza nessun condimento.





























Ho spolverizzato con un misurino di dado vegetale in polvere, riempito d'acqua fino a coprire le verdure e messo sul fuoco (medio). Coperchio un pò spostato per evitare traboccamenti e cucinato per mezz'oretta.

A cottura ultimata ho frullato col frullatore a immersione molto accuratamente. Aggiustato di sale e lasciato riposare col coperchio. Al momento di servire ho spolverizzato di prezzemolo tritato e aggiunto dei grissini spezzettati ma avrei prefertio crostini... non ne avevo e mi sono accontentata.


Torta salata ValCri

Ispirata da Valentina (vedi post precedente) con piccole varianti.


Ho soffritto in poco olio di oliva un porro a rondelle sottili e le zucchine tagliate a dadini. Ho spento il fuco a metà cottura delle zucchine e le ho buttate nella terrina dove ho sbattuto le uova con poco parmigiano, il philadelphia e sale.
Ho steso la pasta briseè in uno stampo a cerniera e l 'ho bucherellata con una forchetta, ho versato il ripieno all'interno ci ho aggiunto anche due belle fette di prosciutto Praga affondandole bene e poi ho gli ho ripiegato sopra il bordo della pasta.


Il forno era già acceso, caldo, a 200 gradi. Ho messo un foglio di carta alluminio sopra allo stampo perchè il mio forno tende a bruciare la superficie ma se il vostro e migliore questo accorgimento non serve. Dopo 15 minuti ho tolto la carta alluminio e lasciato colorare la superfice.


Ecco la torta tagliata, è venuta buonissima, Il mio FM era entusiasta pensate che in due ne abbiamo fatto fuori metà ^^



Ah che soddisfazione..Ah a proposito mi sono ricordata di chiamare l'ufficio per le agevolazioni edilizie... che giornatina oggi. Domani vedremo forse farò un dolcetto!

Nessun commento:

Posta un commento