mercoledì 15 luglio 2009

Le ricette della mamma - Pasta brioche milleusi


A casa del mio FM ho trovato un libro di cucina nuovo nuovo di quelli che ordini per posta, quelli che ti arrivano come omaggio se decidi di fare una sterminata collezione di schede... ehm però le schede non le ho trovate forse il libro era un regalo di qualche ex fidanzata...
Beh comunque su quel libro non ho trovato nessuna ricetta interessante, in compenso ho iniziato a riempirlo di fogli stampati in velocità di ricette trovate su internet e anche delle ricette che mia madre ha recuperato dalla sua collezione, avendo lavorato per qualche anno in una panetteria/pasticceria di ottime ricette già sperimentate ne ha a bizzeffe. Adesso il libro stà diventando panciuto e dovrò decidermi a sistemare i fogli in un raccoglitore, ci stavo pensando proprio ieri cercando la ricetta del dolce 'non so cosa e non so quando'... Che in pratica sarebbe uno strudel con la pasta brioche inventato da mia madre un giorno che aveva ricevuto in regalo un paio di chili di mele.

L'ho provato a fare una volta ed è stato un disastro, crosta bruciata e cuore crudo. Allora ho deciso di fare ugualmente la pasta brioche ma invece di fare un solo strudel, fare tanti croissant e anche le chiocciole che trovo davvero divertenti.

questi gli ingredienti:

500 gr di farina 00 (io l'ho tagliata con un pò di manitoba)
due uova grandi
50 gr di zucchero (mettetene di più se vi piacciono più dolci)
100 gr di latte
120 gr di burro
un cubetto di lievito di birra

Sciogliete il burro nel latte lasciate intiepidire poi mettete nel cestello della MDP, aggiungete le uova, fate impastare un pò giusto per rompere le uova leggermente poi mettete farina e zucchero e il lievito sbriciolato. Selezionate la funzione 'impasto' e lasciate lavorare la macchina.

Quando ha finito infarinate bene il tavolo e rovesciate l'impasto, dividetelo a metà, stendetene una parte affinchè venga una bella sfoglia rotonda alta qualche millimetro. Tagliate a raggiera ottenendo otto triangoli. mettete un cucchiaino di marmellata (spostato verso la base) su ogni triangolo e arrotolate i cornetti partendo dalla base dandogli la caratteristica forma. Appoggiateli delicatamente su una piastra da forno foderata di carta forno e mettete a lievitare nel forno spento ma con la lucina accesa, il calore sprigionato dalla lucina sarà sufficente a far lievitare i cornetti.

Con l'altra parte di impasto potete fare altri otto cornetti oppure fare le chiocciole. Stendete sempre l'impasto ma stavolta cospargetelo di marmellata lasciando liberi i bordi, arrotolate a salamino e tagliate a fette di due cm, mettete anch'esse sulla piastra forno e fate lievitare come i cornetti.

Prma della lievitazione


I tempi di lievitazione variano ma io ho lasciato le piastre nel forno per circa un ora. Sono cresciuti moltissimo! A questo punto tirate fuori le piastre e portate il forno a 200 gradi circa, infornate per 20 minuti, anche qui il tempo è relativo, controllate spesso infatti queste chiocciole alla marmellata le ho un pò bruciacchiate... :(


Sono soddisfattissima di questa pasta brioche, i cornetti li ho fatti con la marmellata, la nutella, e la composta di mele e sono venuti benissimo. C'è da dire che restano un pò umidi ma tre giorni resistono bene.

Cornetti e chiocciole con composta di mele, banane e mandorle


Se volete potete anche spennellare la superfice dei cornetti per farli diventare più lucidi e belli da vedere, io non lo faccio quasi mai perchè la leggera 'infarinatura' che rimane mi da la sensazione di 'fatto in casa', lo so son fatta strana che vi devo dire....

6 commenti:

  1. i dolci sono il muio punto debole ...
    notevole risultato !

    RispondiElimina
  2. Grazie.. beh potevano venire più bellini ma io sono una pasticciona ^^

    RispondiElimina
  3. Viste così sono decisamente invitanti!!!
    E anche i sofficini quà sotto che ho già visto qualche giorno fa ma non sono riuscita a lasciare il commento!!!

    RispondiElimina
  4. Che buona la pasta brioche!complimenti alla mamam :)

    RispondiElimina
  5. ciao sono antonella e mi piace questa tua ricetta, vorrei provarla.
    ciao

    RispondiElimina
  6. @antonella
    Grazie, fammi sapere com'è venuta! Ciao Kri

    RispondiElimina