mercoledì 21 ottobre 2009

Post finale - resoconto del matrimonio




E poi vi giuro, non ne parlo più. Se siete stufi di sentirne parlare di questo 'matrimonio del secolo' saltate il post, nel prossimo parlerò di nuovo di cucina. Giurin giuretto :D
Se tutto va nel verso giusto vi parlerò del pane alla zucca, ma per ora....

RESOCONTO DEL MATRIMONIO

Tutto è iniziato alle 5 del mattino, anche se la sveglia l'ho puntata per le sette ma l'agitazione non mi ha fatto dormire. Mi sono alzata lo stesso, fatto la doccia, preparato la borsa da portare a casa di mia madre (dove mi sono poi preparata) poi ho preparato la colazione e ho svegliato il mio futuro marito. Alle otto è venuta a prendermi mia madre per portarmi a casa sua solo che la poverina aveva un indisposizione di stomaco dovuta sopratutto all'agitazione tanto che si è sentita male per strada e io ho dovuto 'assisterla'. Tutta la mia tranquillità è scomparsa perchè purtroppo arrivati a casa lei ha continuato a stare male e l'ho messa a letto sperando che pian piano le passasse il malore. Intanto sono andata (a piedi ) a prendere la mia amica che mi ha fatto l'acconciatura e trucco, ho preparato la colazione a mio fratello e fatto un sacco di altre cose fra una forcina e l'altra.
Mia madre si è fatta forza e si è preparata, tra una cosa e l'altra si son fatte le 11, il mio autista aspettava sotto casa e io ero ancora in accappatoio.... Per fortuna la mia amica parrucchiera è rimasta a darmi una mano altrimenti mia madre da sola non so se ce l'avrebbe fatta. Mi son ricordata del bouquet che ero già fuori dalla porta e ho urlato a mia madre di portarmelo giù. Poi siam partiti in mostruoso ritardo, tra frenetiche telefonate e nervosismo mi son resa conto che le fedi le aveva mia madre e che il mio autista aveva preso la strada più veloce mentre mia madre era passata per la città... quindi ero senza fedi, in ritardo e non mi ero manco guardata allo specchio per vedere in che condizioni stavo. Ho chiamato Nicola chiedendogli di spiegare il contrattempo al funzionario del comune, purtroppo però eravamo già in mostruoso rtardo e bisognava iniziare al più presto. Temendo il peggio Nicola ha recuperato due fedi dai nostri invitati (grazie Patty per aver offerto la tua) da usare in caso che le nostre non fossero arrivate in tempo. Io appena arrivata al comune mi sono precipitata nella presala ma mia madre e mio fratello ancora non c'erano, bloccati nel traffico. Il funzionario mi ha chiesto 'chi l'accompagna'? e io smarrita e con i lucciconi gli ho detto ....'nessuno..'
Allora il testimone di Nicola, un ragazzo stupendo (grazie Cristian) si è offerto volontario e mi ha fatto pure ridere perchè mi diceva 'stò a destra o a sinistra??' saltellando di qua e di la come una cavalletta indemoniata...
Allora sono entrata, Nico mi aspettava, ho visto tante facce felici e sorridenti e mi sono un pò rilassata ero solo dispiaciuta che non ci fosse mia madre a vedermi. Devo dire che il funzionario ha capito la situazione e ha 'tirato per le lunghe' finchè finalmente sono arrivati i miei proprio al momento del 'si lo voglio' e così ci siamo sposati con le nostre fedi.

Ecco questo è stato l'unico inconveniente della giornata, il resto è stato tutto splendido, l'unico dispiacere è che mia madre stava davvero molto male tanto che abbiamo anticipato il taglio della torta per permettere poi che alcuni amici la riportassero a casa. (comunque non preoccupatevi adesso stà bene!).
Tornando alla cerimonia vera e propria devo dire che abbiamo avuto un funzionaro fantastico, è l'assessore Michele Lo Bianco, ci ha fato delle battute simpatiche, ha capito la situazione e ha prolungato un pò il rito, ha letto una bellissima poesia e ha fatto un siparietto con la Patty troppo divertente..

A fine cerimonia ho baciato un sacco di gente, a iniziare dalla mamma che ha versato pure un paio di lacrimucce (e anche io devo dire). Fuori ci aspettava un vero bagno di riso perchè qualcuno ne ha portato letteralmente a chili, i piccioni facevano festa tutti contenti e i bimbi anche divertendosi a correre dietro ai piccioni. Abbiamo fatto tante foto in piazza, sia con gli invitati che da soli, il fotografo che abbiamo scelto è una vera 'sagoma', divertente allegro e nel contempo molto professionale ci ha fatto rilassare molto e a detta sua son venute delle foto 'da esposizione', speriamo! 

Io ho passato le ultime due notti a preparare la mappa del percorso da fare per raggiungere il ristorante, una brochure di tre pagine in stile fumetto con protagoniste la Dynamite girl Jett e una momoko (presto metterò le immagini on line su flickr). Devo dire che questa è stata una bella idea perchè tutti hanno apprezzato e si sono complimentati per il lavorone che ho svolto, anche all'aiuto di Nico che mi ha pazientemente assecondata.

Al ristorante abbiamo fatto preparare l'aperitivo all'aperto perchè la giornata metereologicamente parlando è stata fantastica, il sole molto caldo e una lievissima brezza marina ha permesso agli ospiti di apprezzare cibo e location fintanto che noi eravamo in giro col fotografo a fare qualche altro scatto, quando siamo tornati siamo rimasti ancora un pò fuori a chiacchierare con gli invitati e a fare qualche altra foto. Il musicista aveva già iniziato a suonare una leggera musica soft (grazie Daniele sei stato perfetto!) e così,verso le due,abbiamo invitato tutti ad entrare per iniziare il pranzo.

Vi avevo detto no che ho preso i segnaposto con le campanelline che non suonano?? ebbene tutti gli invitati ce lo hanno subito rinfacciato, volevano baci su baci ma noi 'purtroppo' non sentivamo suonare i campanellini...allora quella peste di mio fratello ha 'trovato', con la complicità della titolare del ristorante, (grazie signora Eliana, è stata una padrona di casa eccezzionale) una campana di quelle che si usavano una volta nelle case al posto del citofono, quelle appese fuori con cordino da tirare per farle suonare avete presente? Beh quella si che si sentiva e a turno passava qualcuno a suonarla e noi ci siamo consumati le labbra a furia di baci!!!

Dopo gli antipasti abbiamo fatto il primo giro tra gli ospiti. Devo dire che abbiamo avuto una gran buona idea, preparare delle borsine con dei piccoli giochi per i bambini presenti affinchè non si annoiassero, per i maschietti una macchinina, per le femminuccie una bambola hi glamm e per tutti bolle di sapone e album da colorare con pastelli annessi tranne che alle bimbe più grandi, Noemi e Martina alle quali abbiamo preso una hi glamm con tutti gli accessori più fashion tanto che ero quasi invidiosa, a loro la bambola e a me solo un misero cerchiettino d'oro...:(

Il pranzo è andato tutto liscio più o meno come ci si aspetta, tra cibo e chiacchiere. Tra il primo e secondo abbiamo fatto il classico ballo lento degli sposi con la nostra canzone  'Notte prima degli esami' di Venditti. E' stato emozionante perchè Nico continuava a sussurrarmi paroline dolci e io ero con un sorriso da ebete... poi mi ha fatto fare anche un paio di piroette che robe che mi ammazzo inciampando nella coda del vestito...

Un piccolo fuori programma l'abbiamo dovuto fare anticipando il taglio della torta perchè mia madre stava davvero malissimo e per evitare il peggio l'abbiamo fatta assistere a questo momento e poi l'abbiamo spedita a casa con un nostro gentile amico che l'ha accompagnata in auto (grazie Wilfrid, con tutto il cuore).

Ho passato un pò di tempo con le mie amiche del forum e dovevate vederle, Catia raggiante e con stò sorriso così dolce mi veniva voglia di abbracciarla sempre, Noemi anche bellissima e tenera, ci ha regalato un bigliettino scritto e disegnato tutto da lei, la frase è commovente, 'oggi sono felice perchè vi sposate' tesoro di bimba! La Sabri bellissima come al solito aveva un paio di scarpe stupende (credi che non lo abbia notato??) e la Fulvietta con una 'mise' elegantissima con tanto di tubino e guanti stile anni sessanta.. bellaaaaaaa!! (Anche Nico lo ha detto!) Luigi e Lorenzo mi son sembrati a loro agio, almeno lo spero, comunque li ringrazio per aver partecipato, uomini siete grandi! E la Patty.. ah la mia cara, stupenda, immensa Patty, gentile, generosa, paziente....una testimone perfetta, una amica impareggiabile... basta non sò più che altro dire.. solo TVB Patty!

Dopo aver mangiato la torta abbiamo chiesto al musicista di aumentare un pò il ritmo e ci siamo scatenati a ballare .. solo un quarto d'ora.. ma è stato intenso. Un pò di dance, un pò di 'flamenco' (fingevo di aizzare il toro agitando la gonna come fosse il drappo del torero finche Nico non ci passava sotto... divertente!!) insomma un pò di animo alla festa!! Purtroppo per  gli invitati con bambini piccoli e per chi doveva intrapprendere un lungo viaggio di ritorno incominciava a farsi tardi e pian piano abbiamo salutato, baciato e 'bombonierato' molte persone, lentamente il locale si è svuotato, abbiamo fatto ancora un balletto veloce al ritmo di 'hot stuff' ma ormai eravamo tutti 'alla frutta', in tutti i sensi. Il tempo di salutare gli ultimi amici , caricare la roba avanzata e i regali, saldare, salutare e ringraziare i gestori e i camerieri del ristorante ed è giunto il momento di salire in auto per tornare a casa, con mio marito.

Questo è il resoconto oggettivo della giornata, le emozioni che ho provato sono indescrivibili per chi non le ha provate. In primo luogo felicità pura come non credevo si potesse provare in tutta la vita, poi amore per il mio uomo, un sentimento talmente denso e intenso da riuscire a farlo fluire tutto attorno. E poi malinconia per il ricordo di chi non è presente con il corpo ma solo con lo spirito, i nonni, mio padre, mio cugino... E anche un pò di rimpianto, quando gli invitati sono andati via e nel locale è rimasto solo il rumore dei camerieri che rigovernavano la sala e il fruscio della mia gonna camminando tra un tavolo e l'altro.. e poi guardare mio marito in viso e vedere nei suoi occhi un sentimento che non si può descrivere perchè nessuno ha ancora inventato una parola che contenga tante emozioni tutte insieme.
Io amo Nicola.





7 commenti:

  1. ancora auguri ! il vestito della foto è quello della cerimonia ?

    RispondiElimina
  2. E' giusto che tu ne parli e credo sia anche normale vista l'emozione indescrivibile! Mi fa piacere che sia andato tutto bene e che tua madre poi si sia ripresa. Di nuovo tanti auguri!

    RispondiElimina
  3. E' normale parlare del proprio matrimonio, sono passati 7 anni dal mio ed ogni tanto ne parlo ancora, ho letto con molto piacere il resoconto del tuo matrimonio, un saluto e un abbraccio Daniela.

    RispondiElimina
  4. Grazie degli auguri e della comprensione! Si il vestito è IL vestito, quello che ho indossato, il vestito dei miei sogni...

    RispondiElimina
  5. Ma è un abito splendido!!!
    WOW!!!

    RispondiElimina
  6. TANTI AUGURIIII!! =)
    senti, io avrei un paio di dritte da chiederti perché mi sposerò in comune a trieste come te (mi sembra di aver capito).
    se non ti secca tanto potresti mandarmi la tua @ a eveljn@gmail.com?
    ti ringrazio infinitamente in anticipo!!
    ps: ma una bella foto da davanti non la metti? ;-)

    RispondiElimina
  7. Mi piace leggere dei matrimoniiii..che emozione!Il vestito é bellissimo, ero rimasta anche io colpita dal bordeaux..ma non so nemmeno se mi sposerò mai!ihih..un bacione

    RispondiElimina