lunedì 27 luglio 2009

Che emozione!!! il mio primo premio ^__^

Sono emozionatissima, io piccola, sconosciuta, insignificante food-bloggherina alle prime armi HO RICEVUTO UN PREMIOOO!!!! (in realtà sono due ma provengono da una stessa persona).

Da parte di Minnie e il suo bellissimo blog 'Sfizi e delizie'



Grazie, grazie e grazie.

Anche io ho pronto un premio che vorrei regalare alle persone che leggono abitualmente il mio blog e che commentano, forse ce ne sono altri ma non lasciano commenti e io non lo posso sapere ... dai su fatevi sentire!

Ecco il premio 'Posso offrirti un thè?'



Lo mando a

MINNIE per ricambiare con affetto il suo premio :-*

NIGHTFAIRY che fa dei dolci golosissimi! :P

EVELJN e al suo futuro sposo anche se il loro non è un blog di cucina :)

PUPINA che mi ha fatto tornare indietro con i suoi strudellini ai fichi ;)

TIZIANA , per avermi prestato la sua ricetta dei cannoli di indivia ^^

TANIA che mi ha invitato a partecipare a una raccolta e penso proprio che lo farò :)

VIVIANA e al suo dolce pancione ^__^

VALENTINA la prima ricetta che ho 'copiato' da un blog è stata una sua torta salata ;)

GIARDIGNO65 non so se lo ritirerà, il suo è un blog 'serio' ma volevo ringraziarlo lo stesso :)

Quanta gente.... che bello! Lo sò che siete tutti molto impegnati e non importa se non lo ritirate, sappiate che comunque è qui per voi, per dirvi GRAZIE.

Le ricette della mamma #2 - I biscotti al latte/panna


Questa è un altra ricettina di quelle che saltano fuori dal ricettario magico della mia mamy. In origine erano al latte ma si possono fare anche con la panna e vengono ancora più golosi.

Questa è la ricetta originale che mi ha mandato la mamy via mail.. non stupitevi è mooolto stringata
Ciambelle al latte:
Ingredienti: 650g farina, 3 uova, 200 g burro o margarina, 250g zucchero, aromi arancia limone vaniglia, 200 cl latte o una panna liquida, 25 g lievito in polvere. Mischia tutto con Alice per circa 20 minuti,quando smette di impastare la spegni e fai i biscotti.

Io ho modificato un pò le dosi altrimenti facevo biscotti per tutto il palazzo..

500g farina, 2 uova, 150 gr burro, 200 zucchero, una bustina di lievito per dolci, aroma di vaniglia, un brick di panna da cucina, latte qb.

Dunque ho sciolto il burro e l'ho fatto intiepidire, poi lo messo nel cestello insieme alle uova e alla panna e alla vaniglia, sopra ho versato tutte le polveri e ho fatto partire, ho aggiunto man mano il latte finchè è diventato un impasto molto morbido.

Poi mi sono divertita con la sparabiscotti con la bocchetta liscia (a mò di sac a poche), non finivo più di infornare, ne ho fatti tantissimi. Si cuocono in un lampo, il tempo di riempire una placca di biscotti che quelli nel forno son già cotti.

Son buoni da mangiare così o anche da pucciare nel latte, anche con un pò di nutella spalmata sopra... deliziosi!!


Per la faccenda matrimonio/trasloco siamo in un momento di 'stallo'. Facciamo più fatica del previsto a vendere l'appartamento, ci siamo affidati a una delle più famose agenzie immobiliari (non faccio nomi) ma non siamo molto soddisfatti. Le visite sono rare e i possibili clienti danno spesso l'impressione di essere 'spaesati'. E una situazione un pò paradossale... vabbè abbiamo tempo perciò ancora non siamo troppo preoccupati certo un pò in ansia questo sì...

La prossima settimana vado a ritirare le partecipazioni e inizierà il valzer delle visite ad amici e parenti per consegnare le fatidiche buste. Nel frattempo ritirerò anche il materiale per fare le bomboniere fai da te per colleghi di lavoro e conoscenti, così la prossima settimana la passerò a confezionare bustine portaconfetti. Fra due settimane il mio FM è in ferie così forse riusciremo ad andare un pò al mare, anche perchè qui la temperatura si fà sempre più torrida....

lunedì 20 luglio 2009

La parte internazionale di me - Couscous


In realtà non ho una parte 'internazionale', al massimo mi sono spinta nella vicina Slovenia/Croazia, poi Austria e in Germania, dove abita mio fratello. Però provare la cucina etnica mi piace, sono abbastanza aperta alle varie cucine estere. Grazie a ex colleghe di lavore extracomunitarie ho provato la cucina albanese, deliziosa piena di sformati e pasticci sia salati che dolci. Grazie a un ex-fidanzato di Belgrado ho provato la cucina serba che ha saporti forti con carni di montone o agnello e spezie molto forti. E grazie a una mia amica turca ho apprezzato il couscous. A casa sua seduti attorno a un tavolino basso ho gustato il couscous con le verdure mangiandolo con le mani. E' stato insolito ma speciale, lei lo ha fatto proprio come si deve partendo dalla semola, io uso il precotto naturalmente.
Il mio couscous non è difficile, l'ho fatto con verdure e pollo.


Ho preso delle piccole zucchine le ho tagliate a tocchetti abbastanza grossi, ho tagliato a dadolata grossa anche il petto di pollo, ho soffritto un paio di cucchiai di soffritto sugelato in olio EVO e poi ho buttato il pollo

e le zucchine,


ho lasciato rosolare, ho buttato una scatola di pomodori a pezzetti, aggiustato di sale, peperoncino e curry e lasciato cuocere coperto quando era quasi cotto ho messo una manciata di fagiolini lessi che mi erano avanzati della cena del giorno prima.


Il couscous precotto è facile da fare si usano pari ingredienti di acqua e couscous io ho fatto una tazza di uno e una tazza dell'altro. L'acqua ovviamente va fatta bollire e poi va buttata sul couscous messo in una terrina capiente (cresce molto) si mettono anche due cucchiai di olio EVO, si mescola un pò e si copre. Dopo dieci minuti si scopre e si sgrana bene il couscous con due forchette.
Io poi ho fatto una conca e gli ho messo dentro il sugo.


Con le quantità che vi ho detto mi son venute due belle terrine perciò ci mangiano bene 4 persone. Una l'ho regalata a mia mamma, era la prima volta che assaggiava il couscous e le è piaciuto molto.



Mentre scrivo stò cuocendo il sughetto per il couscous di stasera, ho usato solo verdure, zucchine, cetrioli, cavolo cappuccio e scalogni. E pomodoro in scatola. C'è un profumino .....

mercoledì 15 luglio 2009

Le ricette della mamma - Pasta brioche milleusi


A casa del mio FM ho trovato un libro di cucina nuovo nuovo di quelli che ordini per posta, quelli che ti arrivano come omaggio se decidi di fare una sterminata collezione di schede... ehm però le schede non le ho trovate forse il libro era un regalo di qualche ex fidanzata...
Beh comunque su quel libro non ho trovato nessuna ricetta interessante, in compenso ho iniziato a riempirlo di fogli stampati in velocità di ricette trovate su internet e anche delle ricette che mia madre ha recuperato dalla sua collezione, avendo lavorato per qualche anno in una panetteria/pasticceria di ottime ricette già sperimentate ne ha a bizzeffe. Adesso il libro stà diventando panciuto e dovrò decidermi a sistemare i fogli in un raccoglitore, ci stavo pensando proprio ieri cercando la ricetta del dolce 'non so cosa e non so quando'... Che in pratica sarebbe uno strudel con la pasta brioche inventato da mia madre un giorno che aveva ricevuto in regalo un paio di chili di mele.

L'ho provato a fare una volta ed è stato un disastro, crosta bruciata e cuore crudo. Allora ho deciso di fare ugualmente la pasta brioche ma invece di fare un solo strudel, fare tanti croissant e anche le chiocciole che trovo davvero divertenti.

questi gli ingredienti:

500 gr di farina 00 (io l'ho tagliata con un pò di manitoba)
due uova grandi
50 gr di zucchero (mettetene di più se vi piacciono più dolci)
100 gr di latte
120 gr di burro
un cubetto di lievito di birra

Sciogliete il burro nel latte lasciate intiepidire poi mettete nel cestello della MDP, aggiungete le uova, fate impastare un pò giusto per rompere le uova leggermente poi mettete farina e zucchero e il lievito sbriciolato. Selezionate la funzione 'impasto' e lasciate lavorare la macchina.

Quando ha finito infarinate bene il tavolo e rovesciate l'impasto, dividetelo a metà, stendetene una parte affinchè venga una bella sfoglia rotonda alta qualche millimetro. Tagliate a raggiera ottenendo otto triangoli. mettete un cucchiaino di marmellata (spostato verso la base) su ogni triangolo e arrotolate i cornetti partendo dalla base dandogli la caratteristica forma. Appoggiateli delicatamente su una piastra da forno foderata di carta forno e mettete a lievitare nel forno spento ma con la lucina accesa, il calore sprigionato dalla lucina sarà sufficente a far lievitare i cornetti.

Con l'altra parte di impasto potete fare altri otto cornetti oppure fare le chiocciole. Stendete sempre l'impasto ma stavolta cospargetelo di marmellata lasciando liberi i bordi, arrotolate a salamino e tagliate a fette di due cm, mettete anch'esse sulla piastra forno e fate lievitare come i cornetti.

Prma della lievitazione


I tempi di lievitazione variano ma io ho lasciato le piastre nel forno per circa un ora. Sono cresciuti moltissimo! A questo punto tirate fuori le piastre e portate il forno a 200 gradi circa, infornate per 20 minuti, anche qui il tempo è relativo, controllate spesso infatti queste chiocciole alla marmellata le ho un pò bruciacchiate... :(


Sono soddisfattissima di questa pasta brioche, i cornetti li ho fatti con la marmellata, la nutella, e la composta di mele e sono venuti benissimo. C'è da dire che restano un pò umidi ma tre giorni resistono bene.

Cornetti e chiocciole con composta di mele, banane e mandorle


Se volete potete anche spennellare la superfice dei cornetti per farli diventare più lucidi e belli da vedere, io non lo faccio quasi mai perchè la leggera 'infarinatura' che rimane mi da la sensazione di 'fatto in casa', lo so son fatta strana che vi devo dire....

venerdì 10 luglio 2009

Pasticci culinari e prematrimoniali - Sofficini di Hamburgher


Dopo tanti dolci e pane finalmente una ricetta salata, un 'divertissement' qualcosa di sfizioso. La forma è quella dei classici sofficini, quelli che mangiavo da bambina, alla mozzarella e pomodoro che mi piacevano tanto, con la crosticina croccante e i cuore morbido.. gnammmmm....
Dicevo, la forma è dei sofficini ma l'ingrediente principale è l'hamburgher. La classica polpetta schiacciata fatta di sola carne macinata. Io ne ho sempre un paio di confezioni in congelatore perchè il FM ne è goloso. A me sinceramente non dicono nulla, insapori e semplici, cerco di guarnirli sempre un pò, una fetta di pancetta ad avvolgerli o una sottiletta sopra. Stavolta ho fatto una cosa un pò strana, intanto vediamo gli ingredienti, oltre agli hamburgher servono delle fette di prosciutto (cotto o crudo come vi piace di più) del formaggio saporito che però si sciolga col calore, io ho usato delle scamorzine affumicate, pangrattato, sale e olio di semi per friggere.


Ho messo un hamburgher tra due fogli di carta forno e l'ho un pò appiatito con un mattarello, attenzione che si sfalda fate con delicatezza,


poi ho messo una fetta di prosciutto e un pò di formaggio


e ho chiuso, con l'aiuto della carta forno, l'hamburgher a mò di sofficino. Ho premuto bene i bordi per sigillarlo.


Io ne ho fatti quattro. li ho poi passati nel pangrattato e fritti. Salateli un pò dopo averli scolati ma se avete usato il prosciutto crudo che è saporito di suo fate attenzione.


Semplice no?? E come contorno ho preso due piccoli cavoli, li ho cotti al vapore, tagliati a spicchi, conditi con sale, olio EVO e qualche goccia di aceto balsamico...

Voilà, la cena è servita!


Col matrimonio stiamo andando alla grande, ho prenotato bomboniere e partecipazioni/inviti, fermato il fotografo, concordato per la torta, comprato i segnaposto e le pergamene dell'AIRC. Stà procedendo tutto abbastanza bene anche se io e il FM ogni tanto abbiamo delle accese discussioni. L'ultima volta mi son chiesta 'ne vale la pena?' arrabbiarsi e tenersi il muso? piuttosto non mi sposo, che mi frega, stiamo così bene da conviventi! Però credo che anche la litigata sia una cosa positiva poichè si riesce a capire anche dei lati del carattere dell'altro che magari non si conoscevano o si ignoravano. Adesso invece ci si trova davanti a una cosa importante, il matrimonio, il cambio casa, e ci sono decisioni importanti da prendere sopratutto 'in due'. In ogni caso le nostre discussioni hanno strascichi di un paio d'ore poi torniamo a tubare come piccioncini. Ah l'amour!

giovedì 2 luglio 2009

Un pò di dolce per togliere l'amaro in bocca - Lo strudel di mele


Più che amaro, l'acido di bile che mi sale quando ho a che fare con gente incompetente o furba. Purtroppo non posso fare nomi ma oggi sono incazzatissima. Vi sembra normale che una persona mi fà un favore (non chiesto oltretutto), poi si pente e cerca di tornare sui suoi passi tentando di convincermi che comunque era un favore e quindi non dovrei lamentarmi se non me lo fa??
Lo so è difficile da spiegare fatto stà che certe cose mi fanno inacidire come un lievito madre mal conservato!

Vabbè... per addolcirmi evviva lo Strudel di mele!
Fatto con la vera pasta da strudel, solo acqua, farina e un pò di olio.
Nel cestello della Mdp ho messo 250 gr di farina 00, 150 gr di acqua, tre cucchiai di olio (o 25 gr di burro fuso) e un pizzichino di sale.
Ho fatto andare con il programma impasto. Ho lasciato mescolare la palla per venti minuti circa e poi spenta la macchina e lasciato riposare mezzora.
Nel frattempo ho preso della marmellata di mele che ho fatto io (modestamente) 300 gr circa, ho aggiunto il succo di un limone, una manciata di gherigli di noce tritati col coltello e una manciata di uvette ammollate nella grappa per qualche minuto. Ho mescolato bene.
La sfoglia l'ho tirata sottilissima, non mi sembrava vero di essere riuscita a tirarla così sottile senza romperla, ho distribuito il ripieno lasciando i bordi liberi. Ho ripiegato i bordi sul ripieno e arrotolato il tutto. Ho sigillato il bordo dello strudel con dell'acqua tiepida e spennellato la superficie con un uovo sbattuto. Ho messo in forno a 180 per mezzora o poco più (controllavo ogni tanto il forno).


Devo dire che sono molto orgogliosa, è lo strudel migliore che mi sia mai venuto, forse il ripieno fatto con la marmellata è un tantino troppo dolce ma volevo provarla visto che anche la marmellata di mele era la prima volta che la facevo.
La prossima volta usero mele crude tagliate a pezzetti sottili, sono sicura che sarà meno stucchevole.
In ogni caso al FM è piaciuto molto, lo strudel e il tiramisù sono i suoi dolci preferiti.