giovedì 27 maggio 2010

Ultima ricetta invernale - Ossobuco


Infatti questa ricettina l'ho fatta un umido e uggioso sabato di febbraio/marzo (non ricordo bene).
Premetto che non ho mai fatto l'ossobuco, l'ho mangiato molti anni fà a Modena quando frequentavo un ragazzo di là e ci vedevamo nei week end, lui mi portava in piccoli e graziosi localini sparsi nell'Emilia Romagna dove ho scoperto bontà sopraffine come le tigelle o i tortelli... ma vabbè dicevo...
Il sabato mattina io e mio marito andiamo a fare la spesa, lui vede dei succulenti ossibuchi sul banco della macelleria e si va venire le voglie, tu vaglielo a dire 'no l'ossobuco non l'ho mai cucinato'. Alla fine ha vinto lui e mi son ritrovata al pomeriggio col cartoccetto ripieno di sanguinolenta carne a cercare freneticamente su internet la ricetta più semplice possibile per preparare stì benedetti ossibuchi, e l'ho trovata naturalmente!

Stavolta mi sono messa in testa di fare le cose per bene quindi ho fatto pure il brodo a parte e ho usato un ottimo Merlot per sfumare (e ovviamente poi pasteggiare)
Ma andiamo con calma, inanzitutto ho fatto andare il solito trito di cipolla/sedano/cipolla in poco olio EVO, nel frattempo ho messo su anche mezzo litro di brodo di dado.


Ho infarinato gli ossobuchi e messi a rosolare bene, poi ho sfumato con mezzo bicchiere di vino rosso e ho lasciato evaporare l'alcool.


Nel frattempo ho sciolto un cucchiaio di triplo concentrato di pomodoro con un mestolino di brodo e poi l'ho versato sulla carne


ho lasciato ancora un pò ad insaporire, ho salato e pepato e aggiunto un mestolo di brodo.


Ho incoperchiato e fatto cuocere a fuoco medio/lento per un ora e un quarto badando che non si asciugasse il fondo allungando via via col brodo.


Sono venuti una delizia, li ho serviti con un purè di patate bello sodo.


E ora solo ricette estive, visto che finalmente il caldo è arrivato!

1 commento: