martedì 1 giugno 2010

Come non detto... - Zuppa di patate e cozze


 OK l'avevo promesso, basta ricette invernali o pseudotali.. ma che colpa ne ho se per tre giorni di seguito (29/30/31 maggio) il tempo è impazzito scaricando ettolitri di pioggia rabbiosa e scatenando feroci temporali???
E io sono pure uscita coi sandaletti e giacchino leggero per ritrovarmi a battere i denti con gli alluci annegati...
Va da se che le cozze che ho comprato tra un diluvio e l'altro andavano cotte in maniera meno estiva del solito e quindi ho optato per una zuppa, sissignori!!! zuppetta di patate e cozze, talmente buona che pure il maritino che le cozze le mangia solo impanate o alla 'scotadeo' si è leccato i baffi.
La ricetta l'ho trovata sul giornale 'Cucina moderna' di giugno, però lì usavano le cozze surgelate, OVVOVEE!! Io ovviamente ho preso quelle fresche.

Dunque si inizia col lavoro più noioso, pulire un kilo di cozze, non sgridatemi, non le ho raschiate perfettamente, solo lavate, tolte le incrostazioni più grosse e strappata la barbetta. Poi le ho messe ad aprire in una larga padella con un filo d'olio al peperoncino.


 Nel frattempo ho messo in una pentola a 'sfrigolare' uno spicchio d'aglio tritato e un cipollotto a rondelle. Ho pelato e tagliato a tocchetti piccoli 3 belle patate, le ho buttate nella pentola e lasciate insaporire.


Ho versato del brodo vegetale fino a ricoprire le patate e lasciato cuocere senza coperchio per una mezz'oretta a fuoco lento.


 Intanto che le patate si cucinavano ho tolto i molluschi dai gusci, e messi da parte, poi ho filtrato l'acqua rimasta nella padella.


Quando le patate erano morbidine, ma non troppo, ho versato il liquido delle cozze e poi ho frullato un pò il composto per renderlo più denso  lasciando integra la maggior parte dei tocchetti.


Ho lasciato ancora restringere la zuppetta per 10 minuti, ho messo le cozze e fatte andare qualche minuto giusto per amalgamarle alla zuppetta. Alla fine ho spento il fuoco e tagliuzzato sopra del prezzemolo senza cuocerlo affinchè sprigioni il suo profumo.


Una cosa importante NON ho messo sale perchè il liquido delle cozze è estremamente saporito.
Nel piatto ho messo un paio di crostini e ne ho serviti altri a parte.


E per fortuna è tornato il sole, incrociamo le dita!

3 commenti:

  1. EDDAI CHE SI PUò MANGIARE ANCHE FREDDA !!!

    RispondiElimina
  2. Si si hai ragione.. ma non ti arrabbiare :D

    RispondiElimina