martedì 30 novembre 2010

Walk like an egyptian - Frollini allo zenzero


Una delle passioni che ho coltivato da giovane e che ancora continua ad appassionarmi è l'Antico Egitto.
Ho moltissimi libri che trattano questo argomento, in special modo amo molto la vita quotidiana degli antichi egiziani, come si suol dire 'usi e costumi'.
Il mio periodo preferito è la XVIIIesima dinastia, quella che comprende i famosi 'Amenophis I', 'Tuthmosis I', la meravigliosa faraone donna 'Hatshepsut' e poi il faraone più discusso, l'eretico, 'Akhenaton' con la sua stupenda moglie 'Nefertiti' e il figlioletto che diventerà poi il faraone più famoso della storia dell'egittologia: 'Tutankhamon'.
Quando io e mio marito siamo andati a Parigi per il viaggio di nozze, ovviamente siamo stati al Louvre e nella sala dedicata ad Akhenaton mi sono incantata per minuti a guardare questa statua, credo di essere rimasta vittima della 'Sindrome di Stendhal'.


Potrei parlare per ore di Egitto antico, divinità e cerimonie, magie e medicine, ma sò che potrei annoiare chi non è interessato all'argomento perciò torno al titolo del post cioè i biscottini di frolla allo zenzero che hanno la peculiarità di essere stati stampati con dei cutter in tema egiziano.


Li ho comprati on line dal sito Cantavenna assieme ad altri gadget biscottosi che regalerò alle mie amiche per Natale.

Ora io non son tipo da far pubblicità a questo o quel prodotto ma sono dell'idea che se un prodotto è valido, se un sito funziona lo si deve citare poichè di prodotti scadenti e siti di e-commerce che funzionano male ce ne sono moltissimi in giro, io stessa son rimasta 'fregata' qualche volta.

Nel sito di Cantavenna ho trovato dei cutter che cercavo da molto tempo compresi questi egiziani che non conoscevo e che mi hanno deliziata al primo sguardo.

La frolla è la mia solita frolla, con l'aggiunta dello zenzero, Vi prego fatemi un applauso perchè finalmente ho trovato la dose giusta di zenzero in polvere. Di solito o ne meno poco e non si sente o ne metto troppo e 'qualcuno' storce il naso.
Vi ridò la ricetta della frolla
- 200 gr farina 00
- 100 gr zucchero semolato o a velo
- 100 gr di burro freddo di frigo tagliato a piccoli cubetti
- un uovo
- un pizzico di sale
- un cucchiaio da minestra RASO di zenzero in polvere

Mescolare zucchero e burro col mixer finchè si ottiene la solita 'granella' aggiungere l'uovo, mescolare ancora un pò, aggiungere la farina e lo zenzero. Mescolare finchè l'impasto diventa 'sabbioso' (pochi secondi). Rovesciare il tutto su una tavola di legno infarinata, impastare bene, dare la forma di palla e mettere in frigo almeno mezz'ora.
Riprendere la pasta , stenderla col mattarello e tagliarla con i cutter preferiti, disporre i biscotti su una piastra foderata da carta forno e infornare a forno già caldo per 8/10 minuti a 180 gradi. Controllateli spesso perchè non devono colorirsi troppo.
E oltre ai cutter egizi ho usato quello 'Brigitte' per fare i biscottini personalizzati.. ovviamente col nome mio e del mio amore.

domenica 28 novembre 2010

Mettere radici - Torta salata con patate, topinambur e porro

 Ah un altra giornata di pioggia, un altra domenica da far passare tra un salto al supermercato e una visitina a un'amica, e poi sdraiata un pò sul divano e un pò sul letto col fido portatile a farmi compagnia (visto che il maritino stà 'giocando' col suo nuovo Tablet PC).
E naviga che ti naviga, (non nel giardino semi allagato ma nel web) scovo ricettine stuzzicanti, notizie interessanti e nuovi blog culinari tutti da scoprire. Oggi per esempio ho trovato il blog LABNA di Jasmine e Manuel, il blog è molto carino, ha un template gradevole e le foto sono molto belle quindi mi sono soffermata un pò e scorrendo le pagine sono arrivata al contest 'Mettere radici'.


Si tratta di creare e postare una ricetta che abbia come protagonista un cibo che cresce sottoterra, sia radice, tubero o altro.
Fatto stà che l'altra settimana ho fatto una torta salata che ha ben tre ingredienti che stanno sotto terra, la patata, il topinambur e il porro.
Quindi ho scovato le foto che avevo fatto, le ho sistemate e ora ve le propongo. La torta è venuta buonissima, oltretutto era la prima volta che facevo la frolla salata e devo dire che è stato un successo, anche mio marito ha apprezzato molto.


E' semplicissima, la pasta l'ho fatta con 200 gr di farina 0, 100 gr di burro, un uovo e sale.
Ho messo nel mixer farina e burro, ho mescolato un pò e poi ho aggiunto l'uovo e il sale, come al solito ho dato l'ultima 'sistemata' sulla spianatoia e ho messo in frigo a raffreddare.
Per il ripieno ho preso 5 topinambur e altrettante patate della stessa grandezza dei topinambur, ho lavato e pelato i tuberi e li ho cotti al vapore per 10 minuti, nel frattempo ho sbattuto in una terrina tre uova, un brick di panna da cucina, sale, pepe, noce moscata e del porro crudo tagliato a rondelle (solo il bianco del porro).
Cotti i tuberi li ho lasciati raffreddare un pò, ho acceso il forno a 190 gradi per riscaldarlo, ho steso la frolla salata e ci ho rivestito una teglia da crostata, ho messo sopra prima i tuberi tagliati a fettine e poi ho versato la miscela di uova e panna. Ho infornato per 25/30 minuti, controllando spesso che la superfice non si colori troppo.


Che ne dite?


EDIT: con questa ricetta partecipo anche alla raccolta di Tiziana del blog 'Cucinando e assaggiando' dedicato ai topinambour.

giovedì 25 novembre 2010

WHB #261 - Cannelloni alle erbe di campo


Sono capitata per caso sul blog di Brii 'Briggis recept och ideer' e ho letto di questa iniziativa: la settimana delle ricette con le erbe intese come  verdura, pianta o frutta. Si tratta di postare una ricetta che abbia come ingrediente principale un vegetale e magari scrivere anche una piccola descrizione degli usi e virtù dell'ingrediente scelto.


Kalyn di Kalyn's Kitchen

Praticamente un invito a nozze per me, io che adoro le erbette di campo!
Tanto più che ho scoperto che contengono molto ferro, quindi un motivo in più per farne uso, visto che ultimamente la mia anemia è peggiorata. Peccato che questo non è proprio il periodo di erbette di campo e allora??? beh io la ricettina ce l'ho, preparata e fotografata la primavera passata e nel frattempo mi accontenterò di rifarla solo con gli spinaci ;-)


Per questi cannelloni avrete bisogno di:
- cannelloni secchi
- una confezione di ricotta
- 150 gr (un mazzolino) di erbe miste di campo (dopo vi dico quali ho usato io)
- se avete poche erbe mettete anche un pugnetto di spinaci lessati e strizzati
- formaggio grattugiato
- sale e noce moscata
- 300 ml di besciamella per la gratinatura finale
Dunque le erbe che ho usato io sono :
Ortica (4,4 mg. di ferro per 100g di prodotto), spinacini freschi (3 mg di ferro per 100 gr di prodotto), scopit o silene e germogli di luppolo (niente ferro ma son buonissimi!), asparagi selvatici (1,2 mg di ferro in 100 gr di prodotto), tarassaco (3,2 mg di ferro per 100 gr di prodotto), erba cipollina (1,6 mg di ferro per 100 gr di prodotto).

Mettete a bollire l'acqua per sbollentare i cannelloni secchi, nel frattempo tritate le erbe con la mezzaluna, aggiungete eventualmente gli spinaci e tritate insieme anche quelli.


In una terrina mettete la ricotta, il formaggio grattugiato, le erbe tritate, sale e una grattata di noce moscata, se avete delle erbe secche aggiungetele (erba cipollina, dragoncello, menta ...), mescolate il tutto con cura.

 
Bollite i cannelloni per qualche minuto, scolateli e lasciateli raffreddare un momento giusto per non ustionarvi le mani quando lo farcite.


Usate un sac a poche o la siringa per riempire i cannelloni col composto di erbe e ricotta, velate il fondo di una pirofila con un cucchiaio di besciamella, riempite i cannelloni e disponeteli in bell'ordine.



Copriteli con la besciamella, spolverizzate con abbondante formaggio grattugiato e mettete in forno a 180 gradi per 25 minuti controllando che non si scurisca troppo la gratinatura.


Ecco qui, buonissimi e fanno anche bene!


Ancora due parole sul ferro, se avete carenze di ferro evitate di bere il caffè subito dopo i pasti poichè i tannini contenuti in questa bevanda ne ostacolano l'assorbimento, e ricordate che il ferro viene assimilato meglio se assunto in combinazione con la vitamina C ed è  invece da evitare l'assunzione contemporanea di alimenti che contengono ferro con quelli che contengono calcio. Come nel caso di questi cannelloni, già avete ragione ma son così buoni e alla fine anche se sarà stata assimilata solo una molecolina di ferro è sempre meglio di niente no??

Se volete saperne di più su assimilazione del ferro e anemia leggete QUI 

Aggiornamento del 29/11/2010
QUI il post di Brii con tutte le ricette che hanno partecipato.

martedì 23 novembre 2010

Happy birthday to meee! - Sfizi di frolla


Finalmente riesco a dedicarmi a questo post, come oramai saprete benissimo, domenica ho fatto un piccolo rinfresco per festeggiare il mio compleanno, tutto in famiglia s'intende ma con allegria grazie alle due nipotine scatenate.
Inanzitutto un doveroso ringraziamento a tutti quelli che sono intervenuti, guardandovi tutti insieme nel nostro soggiorno a chiacchierare e ridere mi sono resa conto di essere proprio fortunata, ho una famiglia stupenda!

Grazie anche dei regali, meravigliosiiiiiii!!! La macchina per tirare la sfoglia, l'ho tanto desiderata! e finalmente i 'coccetti' per fare la soup d'Onion, poi la brocca col filtro che la puntavo ogni volta che la vedevo al negozio, e le tazze da caffelatte (ho una passione per le tazze!), e che dire delle tovagliette americane per la colazione (che ho già sporcato di caffè stamattina.. ). E grazie anche a Tania che stamattina mi ha portato un pacco pieno di cose buone da mangiare.
Ma il regalo più bello sono stati i due bigliettini d'auguri che hanno disegnato e scritto le mie due nipotine, un concentrato di tenerezza! (sentirle chiamarmi 'zia' mi commuove sempre).

Ma passiamo al cibo valà...Dunque sabato l'ho passato biscottando, le protagoniste sono le signore
Frolla con farina di riso


e Frolla con farina di kamut


E anche lui, il tagliabiscotti 'Brigitte'


Le frolle sono semplicissime, ormai uso sempre le stesse proporzioni,

100 gr di burro freddo di frigo a pezzetti
100 gr di zucchero (a scelta fra velo, semolato o muscovado)
200 gr di farina (a scelta io ho usato la farina di riso e quella di kamut)
una fialetta di aroma (a scelta vaniglia, mandorla, limone, arancia)
o in alternativa scorza grattugiata di un agrume o bacello di vaniglia, io uso le fialette che son più comode.
un pizzico di sale
un uovo
un cucchiaino di lievito se volete che la frolla sia più morbida.

Nell'impasto della frolla con farina di riso ho aggiunto un cucchiaino di colorante rosso per alimenti perchè volevo che avesse un colore 'accattivante'.

Io uso il mixer, verso nel  vaso lo zucchero e il burro e li mescolo finchè ottengo un ammasso sabbioso, aggiungo l'uovo e l'aroma e mescolo ancora, poi aggiungo la farina tutta in una volta e mescolo poco, quando il composto è granuloso lo verso sul tavolo di legno infarinato e impasto velocissima per non far sciogliere troppo il burro. Siccome le farine hanno una resa diversa e possono assorbire più o meno i liquidi regolatevi in questo momento aggiungendo se serve della farina e amalgamandola bene. Ora fate una bella palla liscia, avvolgetela del cellophane e mettetela in frigo, io la lascio un ora e anche più perchè di solito ho altre cose da preparare, male non gli fa comunque.

Questi sono i biscottini fatti con il tagliabiscotti 'Brigitte'.


E' divertente usare questo tagliabiscotti, vi consiglio di usare la frolla molto fredda perchè si 'stampa' meglio, se necessario infarinate un pò i bordi taglienti del cutter. Ovviamente con questo cutter i biscotti vengono tutti rettangolari però potete anche stamparli prima con i vostri cutter preferiti e poi usare la barra supplementare per stampare le parole. I biscotti che ho fatto la volta precedente li avevo fatti a forma di cuore con la scritta 'amore' e son piaciuti moltissimo.
Io li ho comprati da QUESTO sito e ve lo linko volentieri perchè sono stati veloci, le spese sono modeste e mi hanno mandato in omaggio due decorazioni natalizie per l'albero di Natale.


Le crostatine le ho fatte con la marmellata di frutti di bosco dell'IKEA, incredibile ma le marmellate dell'IKEA sono buonissime, io ci vado pazza, ho preso anche quella al mirtillo rosso e all'arancia e fiori di sambuco e sono deliziose, la loro peculiarità è di non essere troppo dolci e di rimanere belle sode nella cottura delle crostate. Quante volte avete fatto una crostata con la marmellata che a metà cottura ha cominciato a bullire e si è sparsa per tutto il forno? Ecco con queste marmellate non succede, garantito!


E la stessa marmellata l'ho usata per gli 'occhi di bue' o 'brasiliani'. Io li adoro ma quelli che si comprano (sopratutto nei bar) sono troppo grandi e hanno un sentore di chimico... ah dimenticavo, ho fatto anche gli animaletti!


E alla fine, visto che ormai ci avevo preso gusto, ho fatto anche i biscottini con la sparabiscotti, ho usato la stessa ricetta della frolla aromatizzandola con una fialetta di mandorla e con l'aggiunta di mezzo bicchiere di latte freddo per ammorbidire la pasta


Per soddisfare anche i gusti salati ho fatto i classici cannoli di wuster e pasta sfoglia e, sempre con la sfoglia, dei quadratini ripieni di pasta d'olive e crema di tonno. Ho completato il tavolo con una terrina di pop corn.

 
Mia mamma ha portato la torta, purtroppo ho scordato di chiedergli la ricetta ma prima o poi me la farò dare, mi ha solo detto che la torta era la 'torta mantovana' farcita di crema pasticcera alla vaniglia e i bignè invece farciti con la pasticcera al cacao, I decori li ha fatti con la cioccolata fondente.


Non vi dico la bontà, l'abbiamo letteralmente spazzolata, è rimasta una fettina che ci siamo spartiti io e mio marito ieri sera dopo cena.
Inoltre mia madre, che mi conosce bene sa quanto adoro i bignè vuoti,  me ne ha portati un sacchetto pieno... spariti pure quelli in un nanosecondo! Alla fine è stata proprio una bella festa.

giovedì 18 novembre 2010

Stare in cucina - Pollo alle verdure


Quanto è bello stare in cucina? anche in questo periodo che non stò tanto bene mi diletto ugualmente, non vi metto le ricette perchè non stò facendo esperimenti ma vado sul sicuro, la classica tortina allo yogurth, i biscottini di frolla, i sughetti alle verdure, il pane!
Domani mi prenderò una giornatina solo per me e mio marito ma sabato infornerò un sacco di biscottini di ogni genere perchè saranno il pezzo forte del mio rinfresco, oltre alla torta che farà mia mamma.
Ho comprato poco tempo fà il taglia biscotti 'Brigitte', non so se lo conoscete, è un cutter a espulsione che ha integrata una barra dove si infilano dei piccoli cutter a forma di lettere così da creare parole o frasi. E' molto divertente, e ho passato un pomeriggio intero per provare a fare questi biscotti con le scritte... solo che i frollini sono spariti prima che li potessi fotografare...

Oggi per la serie 'questo lo rifaccio io' vorrei rifare la ricetta del pollo di Libera di 'Accantoalcamino'  
Devo dire che l'ho trovato ottimo, sopratutto il profumo che si è sprigiona dal forno è molto invitante e la crosticina che si forma sopra è goduriosissima!
Farlo è semplicissimo, eccola passo passo:
Lavate e asciugate i pezzi di pollo, appoggiateli con la pelle rivolta verso il basso, in una teglia ricoperta da carta forno. Ora mettete il sale, peperoncino e origano se vi piace.


Coprite con gli scalogni o, come ho fatto io, con cipolla rossa a spicchi. Ora prendete la verdura che preferite, io ho usato porro, patate, carote e peperone rosso.
Pulite e tagliate la verdura a pezzettoni regolari, mettetela in una terrina e aggiungete un pò di olio EVO, sale, un pizzico di zenzero e dell'origano (io ho messo maggiorana perchè l'origano non mi piace). Mescolate bene.


Ora ricoprite interamente il pollo con le verdure,



infornate a 200 gradi a forno caldo e lasciate circa 20 minuti. Adesso coprite la teglia con l'alluminio affinche la verdura non bruci. Infornate per altri 20 minuti.


Scoprite e portate in superfice i pezzi di pollo mettendoli sopra le verdure con la pelle verso l'alto.


Infornate ancora per 20 minuti o finche la pelle è croccante.
Ed eccolo, il pollo è gustoso, cotto, morbido e non stoppaccioso e la pelle è croccantina.

Grazie Libera per la ricetta e per tutto il resto!

sabato 13 novembre 2010

Momento di crisi - Tozzetti della mamma

In questi giorni non stò bene, niente di grave s'intende, e che soffro di anemia cronica, una conseguenza di un intervento fatto anni fa. Purtroppo a cadenza più o meno regolare, il livello di ferro nel sangue cala velocemente e vertiginosamente e io devo sottopormi a un cura di ferro in terapia marziale (via endovenosa).
Ripeto, non è niente di grave però è un pò fastidioso poichè quando questo accade comincio a sentirmi spossata, poco reattiva e depressa. A questo si associa quasi sempre un disturbo gastrointestinale che mi provoca nausee notturne e scarso appetito.
Adesso sono in uno di quei periodacci, ieri sono andata a fare i prelievi di sangue e la prossima settimana avrò i risultati, incrociate le dita per me.
Comunque non smetto di cucinare, ho un marito da nutrire e una passione di coltivare, spero almeno di stare bene domenica prossima perchè ho organizzato un piccolo rinfresco per festeggiare il mio compleanno.
Da principio pensavo a un pranzo ma non credo di farcela quindi mi limiterò a preparare qualche stuzzichino per il pomeriggio (la torta la porterà mia madre).

Adesso mi farò un giretto per i blog a vedere di trovare qualche semplice ricettina per fare della pasticceria 'mignon'. Per fortuna ho due frolle nel freezer, una al kamut e una con farina di riso, mi serviranno sicuramente!

Oggi voglio lasciarvi una ricetta per dei biscottini deliziosi. Li ho preparati qualche settimana fa e li ho offerti al mattino alle signore del Villaggio che incontro ogni mattina al bar per il caffè. Ho ricevuto molti complimenti che mi hanno fatto tanto piacere, sono riuscita a scucire un sorriso persino a qualche burbero pescatore a cui li ho offerti.


La ricetta è di mia madre e ve la posto scansionata direttamente dalla sua personalissima raccolta di ricette.

Ecco le foto delle noccioline che ho usato, sono QUESTE!


Qui le ho messe, sgusciate, in una pirofila e le ho tostate come scritto nella ricetta


Eccole dopo il trattamento nel forno, si sbucciano facilmente!


 


Purtroppo la quantità non era sufficiente allora ci ho aggiunto anche 50 gr di pinoli.
Ecco le foto della preparazione:
Mischiare bene tutti gli ingredienti tranne le nocciole e la farina


Aggiungere le nocciole e incorporare lentamente la farina


Formare i filoni e infornare


Sfornare i filoni e lasciarli raffreddare


Tagliarli e infornarli per la biscottatura finale


Ta daaaannn, vi piace la mia biscottiera??


Al prossimo post, spero con più grinta.