lunedì 29 agosto 2011

WHB #298 - Il Raccolto

Eccoci arrivati al 'raccolto' poche ricette ma buone, originali e sopratutto preparate con amore, dietro ogni ricetta c'è una storia che merita di essere letta.

Incominciamo con Ale del blog 'Il giardino degli aromi' che, ispirata dalla nostra cara Brii, ci manda la ricetta di un chutney molto particolare, il 'Chutney di ananas, zenzero e habanero red'. Per chi non lo sapesse, Habanero, è un tipo di peperoncino che ha diversi colori e diversi gradi di piccantezza, Ale ha messo una foto davvero molto bella che illustra perfettamente la diversità cromatica di questi stupendi peperoncini.


Proseguiamo con una ricetta che arriva da Ischia e dalle ragazze del blog di 'Fragoliva'. Aitina, BranKa e Conchita ci mostrano come fanno le 'melanzane alla griglia', insaporendole con buon olio extravergine d'oliva e origano. Vi ricordo che ospiteranno loro il WHB di questa settimana quindi correte da loro!


La nostra amica Libera del blog 'Accanto al camino' ritorna dalle sue 'austriache' vacanze e scomoda addirittura il grande Giovanni Pascoli per parlare del biancospino. Con le sue bacche si possono fare innumerevoli leccornie, Libera mi manda addirittura tre ricette. 




E un dessert tipo 'bavarese' con queste bacche come accompagnamento:


Grazie Libera ormai sei una garanzia per il WHB!

Simona del blog 'Briciole' ci manda la ricetta di una insalata davvero ricca e golosa, 'Insalata di pomodori, avocado, cetriolo limone e melone'. Vorrei soffermarmi sul 'cetriolo limone' che non conoscevo, è di forma tonda o ovale e di colore giallo con striature chiare, se seguite il link che vi mette Simona scoprirete che si possono anche comprare i semi e coltivarlo a casa propria. E' proprio quel che ho intenzione di fare il prossimo anno, grazie Simo per avermi fatto conoscere questo ortaggio!


Ed ecco la ricetta della mitica Brii, del blog 'Briggishome' che non salta un WHB! (del resto, lei ne è l'organizzatrice italiana!) Anche per lei un chutney,che bello addirittura due chutney in un solo raccolto! Brii ci parla delle sue meravigliose camminate e dei paesaggi stupendi che incontra ma ovviamente quando torna a casa si dedica alla preparazione di cibi deliziosi come questo 'Chutney di corniole e pere'. Mi fa piacere vedere che le bacche di corniolo sono molto conosciute e usate, quest'anno le ho scoperte anche io e ne sono molto felice.


E alla fine arrivo io, con il mio 'Plumcake di kamut, ricotta e mirtilli'. Nel mio post ho raccontato della 'Festa dei lamponi e dei mirtilli' che si svolge ad Avasinis, mi piacciono queste feste di paese e quando posso cerco di parteciparvi e sopratutto di portarmi a casa tante cose buone da mangiare!


Grazie a tutti per aver partecipato al WHB, vi ricordo che questa settimana il WHB viene ospitato da 'Fragoliva'
Se volete ospitare il WHB scrivete una mail a  briiblog@gmail.com.
A presto!

domenica 28 agosto 2011

WHB #298 - Plumcake di kamut e ricotta ai mirtilli


Avrei dovuto dare il buon esempio e postare subito la mia ricetta per il WHB, visto che sono io ad ospitare questa settimana. Il fatto è che settembre si avvicina e con lui la convention di Fashion Dolls di Rimini. Come sapete ormai è una consuetudine per me partecipare ogni anno a questa manifestazione come espositrice e venditrice di abiti per Fashion dolls quindi agosto e settembre sono i mesi in qui mi dedico alla preparazione di suddetti abiti. Mi ripropongo sempre di scrivere un post tra una cucitura e l'altra ma il tempo è poco, ho anche altre cose da fare, e non riesco a dedicarmi al blog come vorrei.

Ora però ho deciso di prendermi un pò di tempo per scrivere questo post che sarà lunghetto e pieno di foto, dove vi parlo della 'Festa dei lamponi e dei mirtilli' di Avasinis.


Per ben due anni, io e mio marito, abbiamo tentato di andare a vedere questa festa ma la prima volta si è scatenato un temporale spaventoso e l'anno dopo c'era un tempo splendido ma talmente tanta gente che non siamo riusciti a trovare un parcheggio nonostante gli organizzatori avessero allestito delle aree fuori del paese per lasciare la macchina.


Quest'anno il tempo è stato instabile e quindi abbiamo trovato meno ressa e, per fortuna, anche un bel sole caldo.


Quel che mi ha colpito di più è che la festa si svolge in due strade e una piazza quindi è molto piccola, in pratica si può dire che è una festa 'di passaggio' cioè la gente viene si beve qualcosa, compra i prodotti tipici e se ne và, come abbiam fatto noi del resto.
In un oretta abbondante abbiamo fatto merenda con una crostatina ai mirtilli, bevuto una birra al lampone, comprato un pò di cose buone e fatto qualche foto.


Purtroppo, essendo l'ultimo giorno di festa, alcuni prodotti erano finiti, la marmellata di mirtilli per esempio e anche i lamponi freschi, poco male perchè mi sono 'consolata' con del pane ai mirtilli, dell'ottima marmellata di lamponi e una vaschetta di mirtilli asprigni ma deliziosi.


Alcune foto della festa:


IL PANE AI MIRTILLI:


CROSTATE E CROSTATINE:




MARMELLATE, SCIROPPI E LIQUORI:




MARMELLATA ALLO STAND DELLE CREPES:


Tornando a casa pensavo a cosa fare con quei stupendi mirtilli freschi, mi è venuta voglia di un plumcake ma con ingredienti un pò insoliti, giusto per renderlo un pò più 'rustico'.


Ingredienti:

150 gr farina di Kamut
150 gr fecola di patate
150 gr zucchero semolato
200 gr mirtilli freschi
125 gr di ricotta
2 uova
3 cucchiai di olio
1 bustina di lievito istantaneo per dolci

Inanzitutto infarinate  i mirtilli che avrete prima lavato e asciugato con cura (eventualmente togliete il piccolo gambetto che potrebbero avere).
Montate bene con le fruste lo zucchero con le uova finchè diventano spumose, incorporate la ricotta e l'olio mescolando con una spatola per non sgonfiare il composto. Ora aggiungete pian piano la farina mescolata alla fecola e al lievito. Se l'impasto dovesse rimanere troppo duro allungatelo con un paio di cucchiai di latte. Ora incorporate molto delicatamente i mirtilli infarinati.  Versate l'impasto in uno stampo da plumcake  imburrato e infarinato (io ne ho fatti due piccoli).
Infornate a forno caldo a 180 gradi per 45 minuti. Controllate con lo stecchino prima di sfornare.
Servite spolverizzato di zucchero a velo.


Come vi dicevo questo è il mio contributo per il WHB di questa settimana ospitato da me, domani metterò on line il 'raccolto' di tutte le ricette che mi sono arrivate.


Ringrazio come sempre l'ideatrice di questa bellissima raccolta settimanale, Kalyn  del blog 'Kalyn's Kitchen'Grazie anche ad Haalo del blog 'Cook (almost) anything at least once' organizzatrice dell'evento internazionale e Brii, del blog 'Briggishome' che è la simpaticissima promotrice e organizzatrice dell'iniziativa per l'edizione italiana.

E ora volete vedere com'è diventato bello grande Tolomeo?? eccolo!


Miao!!!

lunedì 22 agosto 2011

WHB #298 - E' il mio turno!



Anche con il caldo torrido e le ferie il WHB continua imperterrito, questa settimana ospiterò io. 
Lo sò che con queste temperature si cucina poco e quasi tutto freddo ma proprio per questo sono sicura che troverete delle ricettine sfiziose da inviarmi, siamo nel pieno della stagione estiva ed proprio ora che si trovano i frutti più succosi e le verdure più appetitose. 
Per chi ancora non conoscesse questa iniziativa ecco un breve riassunto.

Il WHB è una raccolta settimanale di ricette che hanno come protagonista un appartenente al mondo vegetale, sia esso un ortaggio, un cereale, un'erba selvatica, un frutto e persino un fiore!
Questa interessante iniziativa è nata da un idea di Kalyn di Kalyn's Kitchen ed è organizzata da  Haalo di Cook (almost) anything at least once per quel che riguarda l'edizione internazionale e da Brii di Briggishome  per l'edizione italiana. 

La raccolta, oltre che a diffondere nuove  ricette è finalizzata anche a far conoscere le virtù di piante che magari non si conoscevano o di cui si ignorava le proprietà. E' per questo che sarà ben accetta ogni informazione potrete dare sull' ingrediente prescelto per la vostra ricetta.

Come si partecipa? semplice, postate una ricetta che abbia tra gli ingredienti un vegetale.  
Il post deve contenere la frase Weekend Herb Blogging, il logo dell'evento, un link all'ospite della settimana e al suo blog (cioè io^^), un link ad Haalo (organizzatrice in carica), a Kalyn(fondatrice) e a Bri, organizzatrice italiana. 
Potete partecipare anche con una ricetta già postata ma vi chiedo di fare un post completamente nuovo con le istruzioni che vi ho dato sopra.
La ricetta che postate non deve partecipare ad altre raccolte o contest.
Mandatemi una mail all'indirizzo newkriss99@yahoo.it con l'oggetto WHB #298. Scrivete  il vostro nome, il nome del vostro blog, il link del post dove compare la ricetta e una foto della stessa.

Potete partecipare anche se non avete un blog spedendomi la ricetta direttamente via mail.

La mail dovrà arrivare entro domenica 28, qui sotto vedete gli orari internazionali.
  • Domenica ore 15 - Utah
  • Domenica ore 16 - Helsinki
  • Domenica ore 17 - Londra
  • Domenica ore 18 - Roma
  • Lunedì ore 9 - Melbourne 
La raccolta delle ricette verrà postata lunedì 29 agosto.
Se voleste ospitare una settimana del WHB scrivete a Brii all'indirizzo briiblog [at] gmail [dot] com

Buona settimana!

venerdì 19 agosto 2011

WHB #297 - Marmellata di mele e corniole


Per puro caso ho avuto la fortuna di imbattermi in un alberello di corniolo carico carico di bacche pronte da essere raccolte. La cosa divertente è che non sapevo che fosse un corniolo me lo ha detto mia madre e siccome io sono un pò diffidente, le ho raccolte, le ho assaggiate (sono asprissime!) e poi sono andata su internet a vedere se erano proprio corniole. ☺


Ricordavo anche di aver letto tempo fà un post della cara amica Libera dove parlava proprio di queste bacche e quindi sono corsa a cercare sul suo blog ed ECCOLO, il suo post.
Quindi, appurato che la mia borsina era piena di bacche commestibili e pure buone, mi sono messa al lavoro e ho preparato una marmellata seguendo un pò la ricetta di Libera e mettendoci anche del mio.

Ecco la mia marmellata di mele e corniole:



- 500 gr di bacche di corniolo
- due mele piccole con i semi
- 200 gr zucchero

Ho messo le corniole a cuocere con un bicchiere d'acqua. si ammorbidiscono subito bastano meno di dieci minuti.


Le ho lasciate raffreddare un pò, nel frattempo ho sbucciato le mele, le ho tagliate a dadini e ho tenuto da parte i semi.
Ho scolato le corniole con un passino a maglie fini, tenendo il succo


poi ho recuperando più polpa possibile premendo le corniole nel passino prima con un cucchiaio poi con le mani, è un lavoraccio perchè la bacca del corniolo è 'tutto osso' e di polpa se ne ricava poca ma il sapore è molto concentrato.


Ho rimesso a bollire tutto, il liquido, la polpa, le mele a pezzetti, i semini (che aiutano ad addensare la marmellata sprigionando pectina) e lo zucchero.


Ho fatto cuocere fino a giusta consistenza,


ho invasato in vasetti sterili (io li sterilizzo in forno a 120 gradi per mezz'ora) tappato con tappi nuovi e sterili (che ho sterilizzato bollendoli in acqua per mezz'ora) e capovolti a testa in giù fino a completo raffreddamento.


Il sapore è molto aspro ma i pezzi di mela mitigano questa asprezza e danno la consistenza che a me piace nella marmellata. In teoria questa marmellata si dovrebbe gustare con bolliti e formaggi ma io me la mangio così a cucchiaiate oppure pucciandoci un biscottino.

Con questa ricetta partecipo al WHB #297 ospitato da Brii del blog 'Briggishome'


La prossima settimana tocca a me, ospiterò io perciò affilate i coltelli e cominciate a pensare a qualche ricetta per il mio 'raccolto'. Nel frattempo però cerchiamo di dare buoni 'frutti' anche a Brii.
Ringraziamo come sempre



Alla prossima settimana!


sabato 13 agosto 2011

WHB #296 - Spaghetti al sugo di calamari e peperoni


Questo week end sarà molto intenso, oggi ad esempio siamo stati fuori casa tutto il giorno tra shopping e impegni. Domani andiamo a far visita ad amici in quel di Padova e staremo via tutto il giorno, lunedì invece a spasso per il Friuli da una sagra all'altra sperando di trovare bel tempo. 
Dunque anche se non siamo 'ufficialmente' in ferie saremo comunque in giro.


In ogni caso non ho voluto mancare al WHB #296 ospitato dalla carissima Brii, sono sicura che anche lei sarà impegnatissima in questo week end.




Purtroppo non sono riuscita a finire di fare le foto alla marmellata di corniolo che ho fatto questa settimana. Era lei la ricetta designata però ho una degna sostituta. Questa ricetta non è nuova l'avete già vista sul mio blog, la 'riciclo' perchè trovo che sia estremamente estiva, gustosa e ha tra i suoi ingredienti uno degli ortaggi che preferisco: il peperone!


Perciò bando alle ciance ed ecco la ricetta.
Ingredienti per 3/4 persone:
- due peperoni piccoli o uno grande
- un calamaro grande
- uno spicchio di aglio
- mezzo bicchiere di vino bianco
- un cucchiaio di concentrato di pomodoro
- olio EVO
- sale e peperoncino a piacere
- 80 gr di spaghetti a testa


Ho tagliato peperoni e calamaro a pezzi regolari poi ho messo il tutto a rosolare in olio, uno spicchio di aglio tritato e un pizzico di peperoncino



Ho sfumato con del vino bianco e ho lasciato evaporare l'alcol, ho salato, aggiunto poca acqua calda e coperto. A questo punto ho messo a bollire l'acqua per la pasta.


Dopo qualche minuto ho aggiunto un cucchiaio di concentrato di pomodoro, per dare un bel colore al sughetto.


Ho lasciato cuocere ancora una decina di minuti coperto e a fuoco dolce. Ho scoperchiato e alzato la fiamma per far ridurre il sugo.


Ho scolato gli spaghetti che ormai erano pronti e li ho messi nella padella col sugo.


Li ho fatti saltare per un minutino e impiattati aggiungendo una spolveratina di maggiorana.


Per il WHB ringrazio sempre

 Kalyn di Kalyn’s Kitchen
Buon Ferragosto a tutti!

giovedì 11 agosto 2011

Ballando all'ufficio postale - Pizza bianca con feta


Il titolo di questo post sembra un film: 'Ballando all'ufficio postale' ... in realtà più che un film è una comica. Stamattina ero in fila allo sportello dell'ufficio postale, come al solito ascoltavo musica con il mio fedele e vecchissimo lettore mp3. La compilation che ho caricato è molto varia e a un certo punto partono le note di 'Hot Stuff' di Donna Summer, immediatamente mi sono venute in testa queste immagini, e mi son messa a ridere sotto i baffi accennando un passo di danza....



Ok lo ammetto la piroetta finale non l'ho fatta ma solo perchè c'era poco spazio :D


Oggi vi racconto della mia pizza bianca con feta e altri ingredienti sfiziosissimi.
Intanto la mia pasta da pizza è rigorosamente fatta con la pasta madre che stà maturando e mi rende ogni giorno più orgogliosa di lei. Dunque la pasta l'ho fatta con:
-150 gr di pasta madre
- 300 gr di farina 0
- 2 cucchiai di olio EVO
- un cucchiaino abbondante di sale
- un cucchiaio di zucchero
- acqua Q.B. (come sapete quando si ha a che fare con la pasta madre le dosi dell'acqua sono difficili da dare in maniera perfetta)

Ho impastato tutto con la macchina del pane per 20 minuti, ho fatto una bella palla e l'ho fatta lievitare per 4/5 ore in una terrina coperta da un piatto.
Voi usate la pasta che preferite, se volete usare il lievito di birra trovate QUI  la ricetta che usavo io di solito per fare la pizza.

Ho steso la pasta e ho coperto con:
- un bel pomodoro rosso tagliato a fettine
- un cucchiaino di capperi in salamoia ben scolati
- un cipollotto tagliato a fettine sottili
- mezzo panetto di formaggio feta sbricciolato
- un filo di olio EVO

L'ho infornata a 220 gradi per 20 minuti controllando la superficie ogni tanto perchè non si bruci il formaggio.


E' buonissima tanto che l'ho rifatta anche altre volte anche sostituendo i capperi con delle olive denocciolate.

Con questa pizza vorrei partecipare alla raccolta di Ornella del blog 'Il giardino dei sapori e degli odori'


Ho scoperto la feta da poco anche grazie a Ornella e credo che presto proverò altre ricette da donargli.
Alla prossima!


domenica 7 agosto 2011

Ricettina veloce - Quiche di peperonata


Questa ricetta non volevo nemmeno postarla tant'è che non ho nemmeno le foto del passo passo. Però quando ho ho tolto lo stampo dal forno mi son resa conto che questa quiche è venuta davvero bella, colorata ed estiva! Così gli ho fatto un paio di scatti, proprio al volo eh!  All'assaggio si è rivelata uno spettacolo, mio marito ha apprezzato, io me ne sono letteralmente innamorata e tra un pranzo e una cena l'abbiamo finita.

E' davvero semplice che quasi mi vergogno a darvi la ricetta però, dai., è talmente buona che spero tanto che la proviate anche voi.


Ingredienti

- un rotolo di pasta sfoglia
- un peperone rosso
- una melanzana
- due zucchine verdi piccole
- mezza cipolla rossa
- 250 gr di formaggio quark o philadelphia o simili
- due cucchiai di formaggio grattugiato
- un uovo
- una manciata di pane grattugiato
- sale, pepe, erba cipollina
- olio evo

Preparate la peperonata tagliando tutte le verdure a pezzi della stessa dimensione, la cipolla tagliatela a fettine.
Mettete a rosolare le verdure in poco olio EVO, salate, pepate e coprite, lasciate che si cuociano a fuoco moderato per 10 minuti circa, non serve aggiungere acqua perchè è sufficiente quella che rilascia la verdura.

Preparate una miscela con l'uovo, il formaggio quark, il formaggio grana, sale ed erba cipollina.
Spegnete le verdure che  devono rimanere molto croccanti perchè finiranno di cuocere nella quiche. Lasciatele raffreddare un pò dopodichè mettetele nella terrina con la miscela di uovo e formaggio, mescolate bene.

Accendete il forno a 180 gradi, quando è caldo foderate uno stampo con il rotolo di pasta sfoglia, bucherellate il fondo, cospargete di pane grattuggiato che servirà ad assorbire l'eventuale umido in eccesso delle verdure.

Ora mettete il ripieno nello stampo, livellatelo, ripiegate i bordi della pasta per creare un bordo. Bucherellate anche il bordo. Infornate per 30 minuti

Sfornate e fate raffreddare.


E' buona calda ma anche fredda e proprio per questo che vorrei partecipare alla raccolta di 'Vaniglia, zenzero e cannella'




Ah.. ecco la prima uscita di Tolomeo, adesso che è vaccinato, protetto contro le pulci e munito di collarino e guinzaglio luuuuungo, finalmente ha potuto esplorare il giardinetto davanti casa! In realtà ora ha anche una bellissima pettorina che è molto più comoda, qui lo vedete solo col collarino perchè eravamo impazienti di vedere cosa avrebbe fatto a contatto con la natura. Gli piace giocare nell'erba e anche mangiare gli insetti (bleah) è molto attratto dal giardino dei vicini e sopratutto si diverte un mondo a ingarbugliare il cavo del guinzaglio per far diventar matto mio marito che poi lo deve sciogliere... haha!