mercoledì 4 gennaio 2012

Inizio anno - Il mio ragù


Come molti italiani ho cominciato l'anno nuovo con l'influenza 'di pancia' (per fortuna senza febbre).
Un solo giorno di disturbi intensi mi hanno 'demolita' e ancora oggi provo un pò di fastidio di stomaco dopo ogni pasto seppur leggero. Anche oggi brodo ma quello buono fatto con la carne e le verdure fresche non quello finto di dado che mi ha accompagnato in questi giorni.
Come avete capito ho cucinato pochissimo, l'unica cosa più complicata che ho fatto è il ragù, così mi son riempita il freezer di monoporzioni pronte da scongelare all'occorrenza per le cene di mio marito, si sà lui il brodo non lo tollera due sere di seguito...
E l'ho fatto velocemente con l'aiuto della pentola a pressione però devo ammettere che per il ragù questo tipo di cottura non è indicata. Il ragù ha bisogno di cuocere per almeno un paio d'ore a fuoco lento facendo quasi 'sciogliere' la carne nel condimento.
Quindi per il ragù continuerò a usare il mio vecchio metodo di cottura, anzi già che ci siamo vi dò la MIA ricetta. Non è un ragù alla bolognese, nè alla fiorentina, è quello che faccio io e che piace a me e sopratutto a mio marito, ogni volta che ci condisco la pasta per la cena se ne mangia due piatti!



Ingredienti

- 300 gr di macinato misto
- un pezzo di luganega (salsiccia sottile arrotolata a ruota)
- una carota
- una cipolla dorata
- un bel gambo di sedano
- uno spicchio d'aglio
- due cucchiai di triplo concentrato di pomodoro
- mezzo bicchiere di buon vino rosso  
- brodo vegetale qb (anche di dado)
- sale, pepe, noce moscata, olio EVO

Tritare tutte le verdure compreso l'aglio, far rosolare in olio EVO per 5 minuti.


Aggiungere la carne e la salsiccia sgranata, rosolare bene finchè la carne cambia colore.



Sfumare col vino rosso, far evaporare bene l'alcol.


Aggiungere il triplo concentrato diluito in una tazza di brodo.


Salare, pepare, aggiungere una grattata abbondante di noce moscata, mescolare bene, coprire la pentola lasciando uno spiraglio per lo sfogo del vapore, abbassare il fuoco e lasciar cuocere per 2 ore abbondanti mescolando ogni tanto e aggiungendo all'occorrenza il brodo.


Il sugo è pronto quando la carne si sgrana completamente e il condimento raggiunge una consistenza quasi 'cremosa'.


Ottimo sulla pasta o per fare le lasagne al forno, buono con i gnocchi di patate e, credetemi, ottimo sulle fette di pane tipo bruschetta.. ipercalorico ovviamente!


Vado a fare il brodo, a presto!

4 commenti:

  1. Io continuo a farlo in pentola a pressione :)
    Usare gas per due ore per me e' impensabile quando posso stringere i tempi a 15 o 20 minuti !
    Vivo troppo con anima eco ;P
    Rinuncio ad un poco di sapore ma preferisco cosi' :)

    RispondiElimina
  2. @luby
    Ti capisco benissimo, però dai è solo una volta ogni tanto, ora che mi converto alla pentola a pressione vedrai che diventero 'eco' pure io. Un abbraccio Kri

    RispondiElimina
  3. Quoto Luby, l'unica cosa che non faccio, che non riesco a fare sono le minestre di fagioli, le vecchie amate minestre della mia gioventù, quelle proprio le "devo" fare nei tegami di coccio...ormai faccio anche il brodo vegetale nella PAP, il bollito, il goulash..ma le minestre no :-)
    Ciao bella.

    RispondiElimina
  4. Gustosissimo il tuo ragù! Rimettiti presto e Buon Anno, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina