martedì 12 febbraio 2013

Peter Pan deve volare - Dolcetti di riso soffiato, cocco e Mars


Quando, qualche giorno fa', ho sentito la notizia al telegiornale non volevo crederci. La casa di Peter Pan, è sotto sfratto. Cos'è la Casa di Peter Pan? è una struttura che accoglie i bambini  malati di cancro e i loro genitori che così possono stare accanto ai figli durante le lunghe terapie.

(dal sito):
La Grande Casa di Peter Pan è un polo costituito dall’insieme di tre strutture attigue ubicate ai piedi del Gianicolo.
In questi edifici sono state realizzate 33 unità abitative per altrettanti nuclei familiari e spazi comuni che favoriscono la socializzazione degli ospiti.
Queste Case sono state pensate e realizzate per restituire ai bambini quel clima di normalità negato dalla malattia, una quotidianità fatta di gioco, studio, risate, allegria e un’atmosfera di serenità che possa contribuire al loro recupero psicofisico.


Ovviamente l'associazione Peter Pan è una onlus e si sostiene da sola con le donazioni.

(dal sito):
L’Associazione Peter Pan Onlus nasce a Roma dal desiderio di un gruppo di genitori di bambini malati di cancro di offrire ad altre famiglie un aiuto concreto per affrontare nel migliore dei modi la dura esperienza della malattia.
In particolare ha voluto creare strutture di accoglienza per le famiglie non residenti a Roma che vengono nella Capitale per curare i propri figli negli Ospedali Bambino Gesù e Policlinico Umberto I°.
Nel giugno 2000 è stata inaugurata la Casa di Peter Pan, nel giugno 2004 è nata la Seconda Stella e nel novembre 2007 si  è aggiunta la Stellina
Per rispondere alle sempre più numerose richieste di ospitalità nel novembre del 2011 la Seconda Stella è stata trasferita in una struttura più grande adiacente alle altre due formando così un unico polo di accoglienza:”La Grande Casa di Peter Pan”. 
L’ospitalità e i servizi offerti nelle nostre Case sono del tutto gratuiti grazie alla sensibilità di tanti privati ed Aziende che hanno compreso l’importanza della nostra mission e all’impegno quotidiano dei nostri volontari.

Per meglio capire come viene gestita e quale ruolo svolge per le persone che ne richiedono assistenza vi rimando al sito, è molto ben strutturato e semplice da consultare (clikka sul banner)


Purtroppo l'altra settimana è uscita la notizia che l'Ente IRAI (Istituti Raggruppati Assistenza Infanzia) che da' in affitto le strutture ha aumentato il canone di locazione (quadruplicando la cifra) e quindi l'Associazione sarebbe in grosse difficoltà economiche. Va da sè che se non riuscirà a pagare l'affitto sarà sfrattata. E' tutto perfettamente spiegato in questo COMUNICATO STAMPA
Dall'incontro che c'è stato tra i rappresentanti dell'Associazione Peter Pan e il direttore dell'Ente IRAI si è arrivati a una specie di 'stallo' in attesa che si insedi la nuova giunta regionale. AGGIORNAMENTO SULL'INCONTRO
Cosa possiamo fare noi?? Possiamo fare due cose, per primo far conoscere questa realtà a più persone possibili, tramite i social network o, come ho fatto io, sui blog.
La seconda, in tempo di crisi è dura lo so, fare una donazione. Potete trovare tutte le maniere per sostenere l'associazione in questo LINK


E adesso la ricetta, dedicata ai bambini, perchè niente è più bello di vedere un bambino sorridere e credetemi con questi biscottini ne vedrete tanti di sorrisi e non solo dei bambini!
Premetto che per fare questi dolcetti bisogna usare uno di quei prodotti chiamati 'schifezze' o 'junk food' ma una volta ogni tanto facciamo uno strappo alla regola e tuffiamoci in questo mare di .... Mars! Avete presente quelle barrette di cioccolato e caramello... mmmhhh buone... Compratene 6 anzi compratene pure 8 perchè due spariranno sicuramente appena rientrate a casa, almeno a me capita sempre così!

Ingredienti per ... parecchi dolcetti, ma non sono mai abbastanza!
- 6 mars (vedi nota sotto, aggiungete pure una barretta se li volete più cioccolatosi)
- 125 gr di riso soffiato
- 100 gr di cocco rapè
- 100 gr di burro

EDIT: Confrontandomi con una amica che ha fatto questi dolcetti con la mia ricetta, ci siamo accorte che i suoi son venuti più secchi nonostante abbia usato meno riso soffiato. La mia idea è che la differenza di densità dipenda da quanto sono secchi sia il cocco che il riso. Assorbendo più o meno umidità i dolcetti cambiano consistenza. Vi consiglio allora di non mettere tutto il riso in una volta ma di aggiungerlo pian piano al composto finchè vi sembra che sia giusto. Altrimenti potete aggiungete ancora un pò di burro (già fuso) se il composto vi si è addensato troppo.

Spezzettate le barrette di Mars e mettetele a sciogliere in un pentolino a fuoco basso insieme al burro,


usate una frusta per mescolare così non verranno i grumi, tenete il fuoco basso altrimenti si brucia tutto.


Quando saranno sciolte e avrete una crema densa e 'goduriosa' togliete dal fuoco e lasciate appena intiepidire, aggiungete poi il riso soffiato e il cocco.


Mescolate bene e con delicatezza per non spezzettare i chicchi di riso.


foderate una teglia da forno con della carta forno, versate il composto, livellatelo pressandolo bene. Mettete nel frigo per almeno tre ore.


Togliete dal frigo.. hey ho detto tre ore non trenta secondi... rimettete la teglia nel frigo golosoni!
Passato il tempo necessario togliete la teglia dal frigo, tagliate a quadrati l'impasto e... ok ...MANGIATE!


Occhio che vi sporcherete le mani ma che importa, una leccata e via.. e già che ci siete beveteci su una bella tazza di latte con la scusa che 'fa bene'.

Buona merenda a tutti!

2 commenti:

  1. Bellissima ricetta, io la faccio senza cocco, ma la tua è senz'altro più saporita, con il cocco grattugiato!

    RispondiElimina
  2. Per quanto riguarda Peter Pan: inserirlo nel mio commento sulla ricetta, mi pareva inadeguato.
    Sono senza parole, come sempre chi deve soffrire sono sempre i più deboli.
    Che vergogna.

    RispondiElimina