lunedì 30 gennaio 2012

WHB #318 - Il Raccolto

Anche questa settimana è passata, speravo di riuscire a postare qualche ricettina ma non ce l'ho fatta, sono sempre così impegnata col cucito da non rendermi conto del tempo che passa.
Per fortuna che ho voi, cari affezionati del WHB, che riempirete con le vostre stupende ricette questo post del lunedì.

Incominciamo questo riassunto con un fragrante pane che mi manda Graziana del blog  'Erbe in cucina'
Graziana coltiva, essica e miscela personalmente le erbe aromatiche che poi usa per preparare dei piatti deliziosi. Questa volta le ha usate insieme alla farina di mais per preparare un pane veloce e rustico.


La prossima ricetta me la manda Max del blog 'Il blog di Max' Credo che sia la prima volta che ricevo una ricetta da un uomo e quindi per mè è una novità!
La ricetta che mi manda è di una stupenda torta di zucchine che però contiene anche altri ingredienti come i pomodori e la mozzarella. Provatela è davvero squisita!



Quando ho letto la ricetta che mi ha mandato Marta del blog 'Mangiare è un pò come viaggiare' ho subito pensato alla zucca che staziona nella mia veranda da più di un mese. I ravioli della sua ricetta hanno tutto quel che adoro, la croccantezza della pasta, la morbidezza del ripieno e il sapore della zucca. Li faccio sicuro!


Se volete saperne di più delle proprietà e usi del finocchio andate da Terry del blog 'Crumpets and Co.
Ha usato i semi schiacciati per aromatizzare le braciole e ha preparato il bulbo del finocchio come contorno. Una ricetta buona e sana. Grazie dell'idea!


Da Ischia e dal famoso trio ABC (Annarita, Branka e Conchita) del blog 'Fragoliva' arriva una ricetta speciale perchè usa un ingrediente quasi estinto, i fagioli zampognari. Come ci spiegano le ragazze, questa varietà di fagiolo viene coltivata da poche persone che si battono per evitare che spariscano del tutto.
Ammetto che mi piacerebbe molto assaggiare questa zuppa.


Ale è la prima volta che mi manda una ricetta, ho avuto modo quindi di sfogliare il suo blog 'Emotional tree' che è molto particolare e ha delle foto fatte molto bene. Mi manda una ricetta che non è un vero e proprio 'piatto' ma un condimento che lei ha usato per insaporire una insalata di finocchi ma si può utilizzare anche per altre verdure.



Questa settimana la carissima Bri del blog 'Briggishome' infarcisce il suo post del WHB con stupende foto dei luoghi dove abita e va a passeggiare, questa settimana anche la è comparsa la neve quindi andate a vedere i bei paesaggi che ci mostra. E già che ci siete provate anche la sua ricetta un pò particolare ma buonissima!


Sul filo di lana ecco che arriva la mitica Cindy del blog 'Cindystar' con una ricetta da leccarsi i baffi, solo a vedere il colore di questo croccante vien voglia di affondarci i denti e assaporarne la dolcezza e la croccantezza..scoprendo un inattesa nota salata ma stuzzicante...  Cinzia ci vuoi tutti 'ciccia e brufoli'?? :-)



E poi ci sono io, con la mia ricettina della 'Coda di rospo su letto di patate e porri'


Ringrazio ancora tutti per aver partecipato, ringrazio anche le mitiche 



Al prossimo WHB!



martedì 24 gennaio 2012

WHB #318 - Monkfish baked with potatoes and leeks


 
Italian recipe Here

There's always a first time and this is my first time with the monkfish.
I bought in a fit of culinary madness, two beautiful monkfish (about 250 g each) with the idea of ​​preparing them simply.
My husband has found out to love this fish when, some years ago in Rimini, has eaten by a 'fainting': delicious!
Since then he have often asked to try to replicate the recipe but, frankly, I do not evenremember how composed, let alone equal his goodness...
So I have invented a recipe using few but tasty  ingredients always present in my home,potatoes and leeks.



Ingredients for 2:

- 2 monkfish  (about 250 gr or 9.0 oz each)
- 2 potatoes
- 1 big leek (or 2 small)
- 2 tbsp breadcrumbs
- 1 tbsp garlic and chopped parsley
- salt, extra virgin olive oil and dried chives

I washed, peeled and cut into chunks regular potatoes and the white part of leek.


I sauté the vegetables in a pan with oil evo, salt and chives.



I cooked about 10 minutes



in the meantime I have washed and peeled the monkfish. 



I lined a baking pan with oven paper, I put the vegetables and I set above fishI mixed the breadcrumbs with the parsley and garlic and salt,  I distributed this mixture over the fish and vegetables.  I baked in preheated oven at 180 degrees for 25 minutes.



I finished cooking by turning the grill for a few minutes to color the surface.
Place on the plate I just skirting the fish with the vegetables.


With this recipe I participate in the WHB # 318 hosted by Cindystar 


Thanks to:
                                         
                                                    Kalyn di Kalyn’s Kitchen


WHB #318 - Coda di rospo al forno su letto di porri e patate


Ricetta in Inglese QUI

C'è sempre una prima volta e questa è stata la mia prima volta con la coda di rospo.
Ho comprato, in un impeto di follia culinaria, due belle code di rospo da porzione (circa 250 gr l'una) con l'idea di  prepararle in maniera molto semplice. Mio marito ha scoperto di amare questo pesce quando, un pò di anni fà a Rimini,  ne ha mangiato uno da 'svenimento': buonissimo!
Da allora mi ha chiesto spesso di provare a replicare la ricetta ma, sinceramente, nemmeno mi ricordo com'era composta, figurarsi eguagliare la sua bontà.
Così me ne sono inventata una al volo usando pochi ma gustosi ingredienti sempre presenti a casa mia, patate e porri.


Ingredienti per 2 persone

- 2 code di rospo da 250 gr l'una
- 2 patate
- 1 porro grande o due piccoli
- due cucchiai di pangrattato
- un cucchiaio di aglio e prezzemolo tritati
- sale, erba cipollina secca, olio EVO

Ho iniziato preparando le verdure. Ho lavato, pelato e tagliato a tocchetti regolari le patate, ho tagliato via la parte verde del porro, la parte finale e ho eliminato un paio di foglie esterne, ho lavato bene la parte bianca  e l'ho tagliata a rondelle.


Ho fatto saltare le verdure in padella con olio evo, sale e erba cipollina.


Ho fatto cuocere circa 10 minuti


nel frattempo ho lavato e spellato le code di rospo.


Ho foderato una teglia con carta forno, ho messo le verdure e ho adagiato sopra il pesce e l'ho salato. Ho mescolato il pangrattato con l'aglio e prezzemolo tritati, ho distribuito questo composto sul pesce e le verdure. Ho infornato a forno caldo a 180 gradi per 25 minuti.


Ho ultimato la cottura accendendo il grill per pochi minuti per colorare un pò la superficie.
Ho impiattato semplicemente in un piatto ovale contornando il pesce con le verdure.


Con questa ricetta partecipo al WHB #318 che questa settimana ospito IO!!


Grazie a:                                          
                                                Kalyn di Kalyn’s Kitchen

lunedì 23 gennaio 2012

WHB #318 - Ospito io!



Ogni tanto mi lascio prendere da questa sfrenata voglia di ospitare il WHB, sapete è emozionante controllare la posta elettronica e scoprire le vostre mail con le ricette che mi mandate per partecipare a questa iniziativa, è sempre una sorpresa, è sempre un pò 'Natale'.
Quindi anche questa settimana datevi da fare che io aspetto impaziente!

Piccola spiegazione per i neofiti:  'Cos'è il Weekend Herb blogging??'
E' una raccolta settimanale ideata da Kalyn del blog Kalyn's Kitchen che racchiude ricette che hanno come ingrediente principale una erba, un fiore, una pianta, un frutto o una verdura, insomma un vegetale! Va bene sia fresco che secco. Se volete potete aggiungere una descrizione delle proprietà del vegetale che avete usato, l'intento di questa raccolta infatti, è quello di condividere con gli altri foodblogger modi diversi di usare e cucinare vegetali.
La raccolta 'internazionale' è gestita da Haalo, del blog 'Cook (almost) anything at least once' mentre la raccolta in lingua italiana viene gestita dalla nostra carissima Brii del blog BriggishomeAnzi se volete ospitare anche voi una settimana di WHB scrivete proprio a Brii e sarete accontentati!


Le regole sono pochissime:
- Postare una ricetta che abbia come ingrediente principale un vegetale sia esso pianta, fiore, verdura, frutta o fiore. Fresco o secco. Se potete scrivete anche le proprietà e gli usi del vegetale che avete usato.
- Aggiungere nel titolo della ricetta la didascalia 'WHB #(numero della settimana)' e citare nel post i link dei blog di Kalyn's, Haalo, Brii e del blog ospitante (in questo caso il mio)
- Inviare una mail alla blogger ospitante con il nome del vostro blog e URL del post della ricetta, il vostro nome e da dove scrivete e allegate una foto del piatto.
- Se non avete un blog potete partecipare comunque inviando la ricetta via mail.

Per quel che riguarda questa settimana potete mandare le ricette a cristina.graffi@gmail.com
avete tempo fino a:

Domenica 29 gennaio 2012
Ore 15 Utah
Ore 21 Londra
Ore 22 Roma
Lunedì 6 Novembre 2011
ore 8 Melbourne


Posterò la raccolta finale lunedì sera.
A presto!

giovedì 19 gennaio 2012

Qualcosa di insolito - Panini ripieni cotti al vapore con insalata di verdure cotte


Mi piace la cottura al vapore anche se la uso prevalentemente per cuocere le verdure, ho provato a cuocere anche del salmone e dei filetti di pesce e sono rimasta molto soddisfatta.
Il pane non l'ho mai cotto al vapore forse perchè per mè il pane deve avere una crosta croccante e colorata, ovviamente il pane al vapore resta bianchiccio e umido quindi poco invitante, peccato perchè è davvero buono.
Siccome che il sottotitolo del mio blog è proprio 'esperimenti di cucina' ho voluto provare a farlo usando un 'avanzo' di pasta di pizza che mi era rimasto dalla cena del giorno prima. Io la pasta da pizza la faccio praticamente uguale a quella del pane ma con un pò di più olio EVO.
Per rivestire il cestello ho letto in giro che si usano foglie di lattuga o alla peggio della carta forno, io ho usato un cespo di radicchio rosso. Sapendo che il radicchio è tipicamente amaro ho aggiunto dei funghetti champignon per dargli un pò di dolcezza.
Intanto vi dò gli ingredienti per la pasta di pane, ovviamente le dosi sono alte, se fate solo questi paninetti ne farete tantissimi, io vi consiglio di utilizzarne solo una parte e usare il resto per fare il pane o la pizza.


Per il pane:
- 560 gr di farina 0 (oppure metà 00 e metà manitoba)
- 350 gr di acqua tiepida (non mettetela subito tutta ma tenetene un pò da parte e aggiungetela all'impasto se ne abbisogna)
- mezzo panetto di lievito di birra fresco
- un cucchiaino di miele
- un cucchiaio raso di sale
- tre cucchiai abbondanti di olio EVO

Io sciolgo il lievito in una parte di acqua tiepida con il miele, inserisco farina, sale e olio nel cestello della macchina del pane, aggiungo l'acqua col lievito e faccio andare con il programma impasto seguendo per i primi minuti l'impasto aggiungendo l'acqua se necessario.

Per il ripieno e l'insalata calda:

- Olive ripiene (io olive nere ripiene di acciughe sott'olio)
- Funghetti sott'olio ben sgocciolati
- Dadini di salumi (avanzi del frigo)
- Dadini di wuster
- un cespo di radicchio rosso di Chioggia
- una decina di funghetti champignon
- sale, erba cipollina e olio EVO

Inanzitutto sfogliate il radicchio cercando di non rompere troppo le foglie, tagliate la parte terrosa dei funghi, lavate entrambe le verdure.


Preparate il ripieno per i panini, tagliate i salumi a cubotti, scolate bene i funghetti e le olive. Potete usare per il ripieno quel che preferite, cubetti di tonno, di formaggio o tocchetti di verdure lessate (carote, rape..)


Foderate il cestello da vapore con le foglie di radicchio, accendete e fate un pò 'appassire le foglie.


Preparate i paninetti, pizzicate la pasta prendendo un pezzetto grande quanto una noce,


appiattite la pasta con le mani


inserite un pezzo di ripieno, chiudete bene il paninetto e mettetelo su un piatto spolverato di farina.


Continuate fino a esaurimento della pasta mettendo i paninetti un pò distanziati l'uno dall'altro.


Coprite il piatto e fate lievitare i paninetti per 40 minuti (dipende dalla temperatura della vostra cucina, dovranno crescera ma non eccessivamente)
Accendete di nuovo sotto la pentola e aspettate che inizi il vapore, adagiate i paninetti un pò distanziati sulle foglie di radicchio, aggiungete anche i funghetti. (io ho cotto i paninetti in due volte perchè ne ho fatti parecchi)


Coprite e fate cuocere per 15/20 minuti.


Togliete i paninetti dal cestello e poneteli su una grata ad asciugare, togliete anche le verdure e mettetele in una ciotola.


Condite l'insalata calda con olio EVO sale e erba cipollina,


Se vi piace servite i paninetti con un pò di salsa di soia.   Questi bocconcini di pane sono ottimi caldi e tiepidi, freddi perdono un pò sapore ma son buoni ugualmente.


Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Camilla del blog 'Archcook'


lunedì 16 gennaio 2012

Comford food - Pasta e patate a modo mio


Mai come in questo momento dell'anno si sente il bisogno del cosiddetto 'comford food' cioè cibo che dà conforto. Sarà il freddo, sarà il periodo post feste che ci lascia un pò 'svuotati', complice magari una leggera influenzina ed ecco che scatta il bisogno di un cibo che riscaldi e che soddisfi anima e corpo.
Il mio comfort food preferito è la minestra, sopratutto quella di cereali o legumi, e che sia bollente!
Anche la polenta o il brodo sono per me molto 'confortevoli' e da ieri anche questa pasta che oltre ad essermi piaciuta molto mi ha anche lasciato una piacevole sensazione di un 'caldo abbraccio' allo stomaco.
Ricordo che sia mia mamma che mia nonna hanno sempre sostenuto il motto 'mai pasta con patate nè pane con polenta' e quindi non ho mai sentito la necessità di provare questo piatto.
Poi ho letto per caso la ricetta su internet, ho fatto una ricerca e ho trovato varie versioni così mi è venuta voglia di provare.
Ho preso un pò quì e un pò là e mi sono inventata questa ricetta.


Pasta e patate a modo mio

Ingredienti per 2 persone
- 140 gr di pasta piccola (ditalini, sedanini, anche pasta mista spezzettata se vi piace)
- due patate medie
- 100 gr di prosciutto cotto in una sola fetta
- trito di cipolla, sedano e carota
- un cucchiaio di triplo concentrato di pomodoro
- sale, pepe, olio EVO
- brodo vegetale o acqua bollente qb (almeno mezzo litro)

Riducete a dadini piccoli il prosciutto, unitelo al trito di verdure e fate rosolare il tutto in una padella con olio EVO.


Pelate, lavate e tagliate a dadini le patate, quando il trito è ben rosolato aggiungetele nella padella. Fatele insaporire per qualche minuto.


Aggiungete il triplo concentrato di pomodoro due mestoli di brodo o acqua bollente (vi conviene tenere un pentolino col brodo o acqua sul fuoco molto basso così resta a temperatura giusta).


Mescolate affinche il concentrato si sciolga bene, coprite e fate cuocere per 15 minuti.


Controllate la cottura delle patate, devono essere ancora al dente, aggiungete la pasta e altri due mestoli di brodo/acqua.


Salate, coprite e fate cuocere per altri 15 minuti circa, mescolate di tanto in tanto aggiungendo eventualmente altro liquido.


Quando la pasta è cotta avete due possibilità, lasciare la preparazione un pò brodosa o alzare il fuoco e far asciugare il liquido in eccesso. Io ho preferito tenerla più umida perchè le patate tendono ad 'inspessire' il condimento facendo 'ammappare' :-D la pasta.


Servite caldissimo con una abbondante macinata di pepe.


Buon appetito!