mercoledì 25 marzo 2015

Strangolapreti, gnudi... insomma fate un po' voi! - Gnocchetti con ricotta, spinaci e tarassaco


In cucina ho una bellissima lavagnetta con la cornice in legno colorato di rosa e un gessetto in tinta. Ha una zona dove appuntare foglietti e 'cose' e un ampio riquadro dove scrivo i vari ingredienti e le dosi man mano che cucino qualcosa di nuovo.
L'altro giorno, mentre sorbivo al bar l'immancabile caffè mattutino in compagnia delle signore del Villaggio, il discorso è caduto su 'cosa fare per cena'. Tra un idea e l'altra salta fuori Marisa dicendo che avrebbe fatto gli strangolapreti e io con fare saccente l'ho ripresa dicendole 'volevi dire strozzapreti? la pasta arrotolata fatta in casa'
Ma no, lei intendeva proprio strangolapreti, cioè degli gnocchetti a base di pangrattato e spinaci che io assolutamente non conoscevo. Ovviamente mi sono fatta dare la ricetta che poi ho rielaborato segnandomi appunto le modifiche sulla mia bella lavagnetta.


Questi gnocchetti sono facilissimi da fare e di solito si usano gli spinaci ma si da il caso che io avessi una bella borsa piena di tarassaco appena tagliato pronto per essere pulito e cotto. Ho deciso di unirlo agli spinaci e per attenuare ancor di più il sapore amaro ho messo anche un po' di ricotta. Da quel che ho capito il condimento più indicato per questi gnocchetti è lo speck rosolato ma ho preferito usare solo del burro fuso e tanto formaggio grana grattugiato.



Ingredienti per 4 persone:

- 500 gr. spinaci e tarassaco già lessati
- 250 gr. pangrattato
- 100 gr. ricotta
- 50 gr. formaggio grana grattugiato
- 2 uova
- 2 cucchiai di farina
- 4 cucchiai di latte
- sale e noce moscata qb
Per condire
- burro
- grana grattugiato

Strizzare bene la verdura e tritarla, metterla in una ciotola con tutti gli ingredienti tranne il latte che servirà solo se il composto risulta troppo duro.
Mescolare con le mani (o con una forchetta se anche voi come me odiate impastricciarvi) finché il composto si amalgama bene e diventa della consistenza simile a quello delle polpette di carne. Aggiungere il latte solo se necessario.
Mettete a bollire dell'acqua in una pentola piuttosto grande. Aiutandosi con due cucchiaini formare dei piccoli gnocchetti e gettarli nell'acqua bollente. Buttarne pochi alla volta, quando vengono a galla lasciarli cuocere per 30 secondi, scolarli e adagiarli delicatamente in una pirofila.
Man mano che vengono scolati, irrorarli con un po' di burro fuso e tenerli al caldo. (ad esempio nel forno acceso a bassa temperatura).
Servire i gnocchetti caldissimi aggiungendo un filo di burro e cospargendo abbondantemente di grana grattugiato.


Buon appetito!