sabato 11 febbraio 2012

Ancora freddo, ancora minestra - Minestra con fagioli, crauti, verza e .. polenta


In questi giorni mi sento una 'privilegiata' perchè a Trieste e dintorni la neve non si è fatta vedere. Il pericolo più grosso è il vento che è talmente forte che ti sposta e ti sbatte anche a terra. Inoltre dal cielo cade di tutto, pezzi di cornicione, tegole, rami di albero perciò bisogna camminare con il naso per aria.
Ovviamente fa freddo, molto freddo, un freddo che erano anni che non lo sentivo, la terra è gelata, spero che il mio roseto e il piccolo ulivo ce la facciano a passare l'inverno, comunque ho scoperto di avere anche un'amica che staziona nella controfinestra e si scalda al sole e col caldo che arriva dal termosifone. Eccola...


Tolomeo non la degna di uno sguardo, io ero preoccupata che cercasse di prenderla e giocarci e invece.. nulla!


Per ora la cavalletta rimane li, in primavera, se sarà sopravvissuta, la metterò nel giardino.


Questa minestra mi è venuta proprio per caso e devo dire che mi è piaciuta molto. Tutto è partito da 4 cucchiai di farina di polenta che mi son rimasti nel sacchetto dall'ultima polenta preparata. Di buttarla non se ne parla e quindi l'ho utilizzata per 'addensare' una minestra fatta con ingredienti pescati nella mia credenza.

Ingredienti per un bel pentolone di minestra

- una scatola di crauti precotti
- una scatola di fagioli borlotti precotti
- un cuore di verza
- un gambo di sedano
- mezza cipolla
- una carota
- un pezzo di prosciutto o altro salume adatto a insaporire la minestra7
- 4 cucchiai di farina di mais (io bianca)
- Olio evo, sale grosso

Lavate e tritate il sedano, la carota e la cipolla. Rosolateli in olio EVO assieme al pezzo di prosciutto.
Tagliate a listarelle la verza, usate solo il cuore, le foglie esterne vi serviranno per fare involtini o altre preparazioni.
Unite la verza al soffritto e lasciatela appassire qualche minuto.
Scolate e sciacquate i fagioli e i crauti, metteteli nella pentola e aggiungete acqua calda fino a coprire abbondantemente tutti gli ingredienti, aggiungete mezzo cucchiaio di sale grosso e, a pioggia, la farina di polenta. Mescolate tutto bene e portate a bollore, fate cuocere per 40 minuti a fuoco medio/basso mescolando spesso. Servite la zuppa bollente aggiungendo nel piatto il prosciutto che potete tagliare anche a dadini, io l'ho lasciato intero tipo 'bistecchina'.


Buon appetito ^_^

7 commenti:

  1. E' una similjota triestina. Buona e appetitosa.
    Mandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si una specie.. buona buona comunque. Caio a presto Kri

      Elimina
  2. bellissimo il tuo micio!
    la zuppa è molto invernale e molto appetitosa!
    un bacione :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie anche da parte di Tolomeo. Kiss Kris

      Elimina
  3. La cavalletta, ne ho avuta 1 per 3 anni,anche lei stazionava sul telaio della finestra ed un giorno aprendo le ho (senza volere) staccato una zampina..però l'anno dopo è ritornata ancora, quest'anno ne ho un'altra ma si è rifugiata allìinterno del condizionatore.
    Questa minestra ha tutto ciò che mi piace. Un baseto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente un buon san Valentino anche a Tolomeo da Perla :-)

      Elimina
    2. Sisi mi ricordo della tua cavalletta, era bella grande come questa. ^^
      Ah ringrazia Perla da parte di Tolomeo. un bacione Kri

      Elimina