martedì 25 gennaio 2011

Nessuno è perfetto - Timballo di pasta ai peperoni


Quando conobbi quello che sarebbe diventato mio marito mi rallegrai perchè era il classico uomo che 'mangia di tutto'. Ero troppo felice, poi, dopo qualche mese,  alla terza sera che gli presentavo la polenta per cena, mi disse...'amore te lo devo dire, la polenta non è proprio il mio cibo preferito...' ecco lì ho capito che era l'uomo giusto. E quando, dopo aver mangiato un piatto di minestrone con tanto di parmigiano grattugiato sopra, mi ha detto 'non dirlo a mia madre che ho mangiato la minestra, sopratutto col formaggio' ecco mi son sciolta, dentro di me ho pensato: quanto mi ama quest'uomo?
E' stato dopo un bel pò che ho scoperto invece che lui non mangia l'orzo, non vuol sentir parlare di ricotta, i cavoli & Co. gli fanno schifo, e sopratutto non mangia la pasta avanzata...
Avete presente quelle meravigliose frittate di pasta o la pasta avanzata messa a strati con tanta besciamella e grana a gratinare in forno? GIAMMAI!!
Ma vi rendete conto??? io che la pasta la faccio avanzare apposta per poterla mangiare il giorno dopo 'conciata per le feste'... una disperazione!
Nella mia ingenuità ho pensato 'se la pasta la faccio apposta per poi usarla per un timballo non si può certo dire che sia pasta avanzata' . Detto, fatto!

Timballo di pasta ai peperoni


ingredienti:
un rotolo di pasta sfoglia pronta
150 gr di pasta corta, io penne
100 gr di ricotta
1 peperone (sostituibile con dei peperoni sott'olio)
150 gr di formaggio pecorino fresco
1 uovo
sale, pepe, paprika

Inanzitutto ho messo il peperone avvolto in carta alluminio a cuocere nel forno fino a cottura, l'ho pelato e tagliato a pezzetti, questa procedura si può velocizzare utilizzando i peperoni sottolio.


Ho messo a cuocere la pasta.


Nel frattempo ho preparato il condimento, in una terrina ho mescolato l'uovo, la ricotta, i pezzi di peperone, il formaggio pecorino tagliato a dadini. Ho aggiunto sale, pepe e una bella dose di paprika (questa e a piacere).


Ho scolato la pasta molto al dente, e l'ho sciacquata con l'acqua fredda per fermarne la cottura. L'ho aggiunta al condimento e ho mescolato molto bene.


Ho rivestito uno stampo da plum cake con la pasta sfoglia, ho bucherellato il fondo e ho versato la pasta.
Ho decorato la superfice con gli avanzi della pasta sfoglia, l'ho bucherellata e l'ho spennellata con dell'uovo sbattuto.


Ho infornato per venti minuti a forno caldo 190/200 gradi. Io non ho avuto bisogno di coprire lo stampo ma se vedete che la superfice colora troppo coprite con della carta alluminio.


Devo dire che era la prima volta che facevo una preparazione di questo tipo e sono rimasta molto contenta, la pasta era buonissima e il guscio molto invitante.


Con questa ricetta partecipo alla raccolta del blog 'Profumo di zagara'


.... ah vi state chiedendo se mio marito ha apprezzato questa pasta??? secondo voi???


17 commenti:

  1. siamo sulla stessa barca...
    il mio è prettamente carnivoro...
    direte voi:basta dargli carne e lo accontenti no?!?!?
    NO!
    guai a dargli carne scongelata...
    guai carni bianche,le mangia ma ti si rimpone la cena a te che lo guardi...
    carne in padella?
    idem...
    per lui esiste solo la griglia e il fritto.
    io detesto friggere...fate voi 1+1....
    calcolate che sono flexitariana,il mio menù quindi è molto simile ai vegetariani,con qualche concessione sporadica di carne.
    risultato?
    ogni cena si riduce a mille padelle sul fuoco e siamo solo in due!!!!!
    credo che sia una prerogativa dei maschi...
    mi rifaccio con gli ospiti che quando vengono mi elogiano e a lui dicono che è pazzo a rimbrottare su ogni mia portata!
    vendetta eh eh eh!!!!
    ;^)

    RispondiElimina
  2. ciao!
    come ti capisco...anche io mi ero illusa che mio marito fosse un tuttivoro...quando andavo a pranzo da lui,sua mamma presentava sempre un sacco di portate di verdura,che lui mangiava con gusto(così sembrava)
    allora io,quando è cominciata la nostra convivenza,ogni giorno una verdura diversa...solo dopo mi ha setto che lui odia i fagiolini,non ama i carciofi ripieni,odia la verza...e un sacco di altre cose.... adesso siamo in quattro e fuori dalla porta ho messo il cartello "ristorante" perchè ci sono piatti diversi ad ogni cena!!!
    solo la lasagna mette tutti d'accordo!!
    ottimo questo timballo.a presto,francesca

    RispondiElimina
  3. Spettacolare questo timballo.. ma come si fa a non apprezzarlo: incomprensibile!! Complimenti anche per tutto il tuo splendido blog, sono tra i tuoi lettori fissi così ora non rischio di perdermi alcuna delle tue prossime realizzazioni!!

    RispondiElimina
  4. Complimenti cara questa ricetta è meravigliosa!!!

    RispondiElimina
  5. eheheh sempre bello leggere i tuoi post, sono quelli che piacciono a me, quelli che raccontano ^_^
    però come te una cosa me la chiedo: non mangia la pasta avanzata? uh mamma anche io la faccio avanzare apposta.. scaldata in padella cn un filo d'olio... uh! i piaceri della vita.. vabbèh eheh te hai trovato una soluzione più che giusta, mica è pasta avanzata!!! ^_^

    RispondiElimina
  6. Buonissima,bellissima,bravissima....mi piace tanto questa ricetta che confesso non ho mai provato...con il riso si ma con la pasta mai...grazie!
    Vedi a cosa servono le raccolte?Sono felice che hai partecipato

    RispondiElimina
  7. @luby
    Per ora riesco ancora a gestirlo, preparo le robe che a lui non piacciono all'ora di pranzo e me le gusto da sola, poi a cena trovo qualche compromesso. Cosa non si fa... Baci Kris
    @zuccherando
    Ecco, la lasagna è l'unica pasta 'al forno' che mangia, ma non si vive di sola lasagna... Ciao a presto Kris
    @barbara
    Ciao, triestina??? Benvenuta, sono passata anche io da te, bello ritrovarsi da concittadine ^^ un abbraccio Kris
    @francesca
    Grazie troppo gentile ^^
    @erica
    Ma grazie, ogni tanto mi piace raccontare un pò di me. Ribadisco, niente pasta avanzata per lui ma per me si! Bacioni Kris

    RispondiElimina
  8. @zagara
    Grazie a te per aver 'ideato' una raccolta così sfiziosa, a presto Kris

    RispondiElimina
  9. che invitante! chissà che buono! ciao!

    RispondiElimina
  10. che ricetta meravogliosa
    sei bravissima
    ciao katya

    RispondiElimina
  11. @Federica
    Provalo, il trucco stà tutto nella crosta di pasta sfoglia, il condimento della pasta lo scegli tu, anche al ragù dev'esser buono! Baci Kris
    @Dolci acque
    Grazie sei troppo gentile ^^ Un abbraccio Kri

    RispondiElimina
  12. Ciao bella!! me lo sono guardato ieri questo timballo, ora potessi venirlo a mangiare, avresti da me un sacco di soddisfazione..non come il tuo "ello" :-D ma non demordere, nealche il mio usciva dal suo target..ma ora è contento di provare cose nuove..si, anche la cannella!!! Un bacione e grazie dei complimenti :-)

    RispondiElimina
  13. @accantoalcamino
    Ebbene io comunque persevero, ogni tanto un soffio di ricotta o un pizzico di zenzero glieli propino, ma la pasta riscaldata mi sa che resterà 'out'. Un bacioneoneone Kri

    RispondiElimina
  14. Ciao Kristina, sono tornata per dirti che stai facendo uno splendido lavoro col blog, sta diventando ogni giorno più bello, brava, brava, un bacione.

    RispondiElimina
  15. @accantoalcamino
    Arrossisco.... grazie ^^ Kris

    RispondiElimina
  16. Cia Kristina, ho riso sulla storia di tuo marito perchè con il mio è successa la stessa cosa...quando le prime volte lo invitavo a casa mia gli preparavo con amore delle ricette e puntualmente poi scoprivo che erano piatti che non amava..però anche lui zitto zitto se li mangiava..! questa pasta al forno gli piacerebbe tantissimo, di questo ora sono sicura! :-)

    RispondiElimina
  17. @Acky
    E' proprio vero che i mariti sono 'tutti uguali' ^^ Ciao Kri

    RispondiElimina