martedì 15 marzo 2011

Mangiamo giusto, mangiamo sano - Cerealotto al radicchio rosso


La parola 'endometriosi' fa paura, sopratutto a chi ha avuto esperienze tangibili, chi ha vissuto questa malattia, chi ha avuto una parente che ne è stata colpita.
Noi abbiamo avuto una parente molto stretta che ne ha sofferto e ricordo la preoccupazione che abbiamo provato tutti, io per prima essendo donna e in età fertile. A suo tempo mi informai via internet delle cause, sintomi e cure scoprendo che l'endometriosi è molto più presente nelle nostre vite di quel che si può pensare.
Siccome io non sono medico e rischio di scrivere degli strafalcioni vi rimando al sito dell' A.P.E. Onlus dove troverete tutte le informazioni necessarie a capire, combattere e sconfiggere l'endometriosi.

Quando ho scoperto l'iniziativa di Sunflowers del blog  'Oggi pane e salame domani...' dedicata alla cura dell'endometriosi mi sono subito attivata per diffonderlo, ho messo il banner e mi sono studiata qualche ricetta.


 Riporto dal suo blog queste fondamentali info...'l’alimentazione è di aiuto nel controllo del dolore; è importante diminuire l’assunzione di alimenti che possono favorire l’insorgenza dell’infiammazione e quindi del dolore quali ad esempio: carni rosse, latticini, zuccheri semplici.'
 Quindi, come per molte patologie 'moderne', l'alimentazione corretta è il primo metodo di prevenzione e aiuto alle cure farmacologiche'. Sunflowers ci fornisce una lista di alimenti 'buoni' con i quali eseguire le nostre ricette, SI a cereali integrali, pasta, riso, legumi, tonno e pesce azzurro, olio d'oliva, noci, verdure, NO a latticini, carne rossa, caffeina, alcool, cioccolato, grassi saturi, burro e margarina, bevande ad alto contenuto di zuccheri, carboidrati raffinati, olii vegetali.
Questa è la prima ricetta che vi sottopongo ma ne ho un altra 'in caldo' che posterò prima possibile. In pratica è un risotto preparato con un mix di cereali e spogliato degli 'ornamenti' abituali quindi niente vino e niente mantecatura, vi assicuro che se le materie prime sono di buona qualità il sapore non ne risentirà.


Cerealotto al radicchio rosso: (per due persone)

4 pugni di mix di cereali (farro, riso e orzo)
mezza cipollina, una carotina, una piccola costa di sedano
un bel cespo di radicchio rosso di Treviso tardivo
mezzo litro di brodo vegetale
sale, erbe aromatiche a piacere (io maggiorana)
olio EVO

Tritate sedano, carota e cipolla, metteteli ad appassire in un filo di olio evo. Se volete potete saltare questa fase e far stufare le verdurine in qualche cucchiaio di acqua per evitare il soffritto.
Aggiungete i cereali, fateli insaporire, aggiungete il radicchio di Treviso che avrete lavato e tagliato a tocchetti. Lasciatelo appassire, salate poco, aggiungete un mestolo di brodo, coprite e fate cuocere come un normale risotto. A fine cottura aggiustate di sale e aggiungete le erbe aromatiche che avete scelto badando di non usare erbe con un odore/sapore troppo forte che rovinerebbero il sapore del radicchio. 
Vi assicuro che è buonissimo. Alla prossima ;-)


6 commenti:

  1. io feci una raccolta per il diabete.
    andò malissimo,veramente poche hanno partecipato e che ancora ringrazio!!!
    perchè andò male?
    molte hanno avuto paura di pubblicare ricette nel terrore di sbagliare ed inserire ingredienti non idonei.
    vado a leggere il link che hai suggerito e vedo di attivarmi.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  2. @luby
    mi spiace per la tua raccolta, probabilmente se mettevi una lista di ingredienti andava meglio, anche io avrei paura di postare ricette non idonee, certo col diabete non si scherza. Se la rifai però partecipo! bacioni Kris

    RispondiElimina
  3. Ciao Kris, grazie di cuore anche per l'attenzione che hai prestato nell'eliminare il vino per la sfumata e il formaggio finale ;) inserita!
    Buona giornata
    Sonia

    RispondiElimina
  4. una bellissima ricetta cara Kris ^_^

    RispondiElimina
  5. E' sparito il mio commento :-( uffa...
    avevo scritto che hai sempre un bel pensiero per tutti :-)
    Buoa giornata..a parte la pioggia che non da tregua :-(

    RispondiElimina
  6. @SUNFLOWERS
    Grazie a te che hai ideato questa raccolta, è importante sapere che mangiare sano significa vivere meglio! Baci Kri
    @Erica
    Grazie, qualche volta rinunciare a un soffritto o a una noce di burro non significa rinunciare al sapore anzi io sono sempre stata dell'idea che troppi condimenti rovinano il sapore della materia prima. Un abbraccio Kri
    @accantoalcamino
    La pioggia?? ormai non ci faccio nemmeno più caso, mi faccio cullare dal ticchettio sul tetto della veranda e nel frattempo mi godo il calduccio del forno accesso, ebbene si, stò cucinando, come al solito :-) ti abbraccio forte carissima, Kris

    RispondiElimina