mercoledì 5 settembre 2012

La città eterna - Uova in trippa


Roma, ah la Città Eterna! oh si che l'ho vista, purtroppo ci sono stata per pochi giorni e quindi non sono riuscita a vedere proprio tutto tutto. La cosa che mi ha colpito di più è stata la enorme quantità di gente che camminava per le strade anche la notte. Ricordo una sera a mezzanotte Piazza del Pantheon brulicante di turisti,  poi lungo Via dei Fori Imperiali, il traffico di ogni tipo di mezzo di trasporto in un carosello di luci e rumore.
E ricordo anche il cibo, per essere sicura di mangiare romano ho mangiato sempre e solo bucatini all'amatricana e saltimbocca alla romana... non sò perchè mi sono fissata con questi due piatti mentre mio marito ha provato di tutto con molto piacere. Adesso mi pento di non aver provato altre specialità ma prima o poi a Roma ci tornerò quindi mi darò una seconda possibilità.

Come avete capito l'Abbecedario culinario italiano fa tappa in Lazio. Siamo tutti ospiti del blog 'Garbuglio' che raccoglie le ricette per la R di Roma.


La ricetta delle 'Uova in trippa' l'ho conosciuta grazie a Riccardo Rossi, famoso attore e comico romano, che ne ha parlato nella trasmissione Cuochi e Fiamme.
Poi mi sono un pò documentata in rete e ho voluto provarla. Devo ammettere che mi è venuta così bene che al primo sguardo mio marito ci era pure cascato, credeva fossero davvero trippe al sugo.


Per due monoporzioni in cocotte avrete bisogno di:

Per il sugo:
- 350 gr di passata di pomodoro
- mezza cipolla
- uno spicchio d'aglio
- sale, olio EVO, mentuccia romana (io sostituita con prezzemolo)
Per le uova:
- due uova
- un cucchiaio di farina
- un cucchiaio di parmigiano grattugiato
- latte QB
- sale, olio EVO
- abbondante pecorino romano grattugiato

Preparate il sugo di pomodoro soffriggendo la cipolla tagliata fine e lo spicchio d'aglio in poco olio EVO
Quando saranno ben rosolati togliete l'aglio e versate la passata di pomodoro, salate e lasciate cuocere una ventina di minuti a pentola coperta.


Nel frattempo preparate la pastella per le frittatine sbattendo le uova con la farina, il parmigiano, il sale diluendo poi l'impasto col latte quanto basta per avere una pastella simile a quella per le crèpe.


Versate metà della pastella in una padella unta con olio EVO, cuocete bene da entrambi i lati, la frittatina deve risultare asciutta e ben cotta. Preparate un'altra frittatina con il resto della pastella.


Prendete una frittatina, arrotolatela e tagliatela a striscioline


mettete le striscioline in una cocotte, aggiungete abbondante sugo di pomodoro, aggiungete della mentuccia tritata, io ho usato il prezzemolo perchè non ho trovato la mentuccia purtroppo. Spolverizzate con abbondante pecorino romano grattugiato




Passate qualche minuto sotto al grill del forno per far gratinare il formaggio.


Questa ricetta è economica, sostanziosa e sopratutto gustosa. Vale come piatto unico e vi risolve una cena. A presto per un'altra ricetta romana. E grazie alla Trattoria MuVaRa che ha ideato questa raccolta.





1 commento: