giovedì 10 luglio 2014

Ancora pesce! (e una novità web) - Tombarello in umido con pomodori e olive


Ciao! ho due notizie, una brutta e una bella. Quella brutta è che Blogger all'improvviso mi ha cancellato le liste del blogroll... si mannaggia, me ne sono accorta stamattina quindi per ora li ho ripristinati inserendo tutti i blog che seguo tramite feed. Poi un po' a memoria e un po' leggendo i vecchi commenti ho fatto qualche aggiunta. Quindi se non ci siete nel mio blogroll non è che ho voluto cancellarvi deliberatamente sappiatelo, magari avvertitemi che vi reinserisco (se avete piacere).

La notizia bella è che ho aperto un nuovo blog dove parlerò di bellezza, moda e cucito.
Veramente anche di cibo ma solo in modo superficiale, questo resta comunque il blog di cucina principale.
L'ho aperto a complemento del mio nuovo canale You Tube dove inserisco video di recensioni di prodotti e tutorial di lavoretti di cucito ... e, lo ammetto, anche chiacchiere!
Se avete voglia di andare a dare un occhiata vi lascio il banner. Mi farebbe piacere ricevere dei commenti e critiche costruttive perché per me l'avventura dei video è nuova e vorrei farli meglio possibile.


Ma veniamo alla ricetta, si ancora pesce.
 Io adoro il pesce, a dir la verità adoro sopratutto i Secondi piatti di pesce,  ma mica solo pesce anche i molluschi, oh le cozze, le amo alla follia!
Ma non centrano le cozze in questa preparazione bensì un pescione che mai avevo mangiato, il Tombarello.
Il Tombarello fa' parte della famiglia degli sgombri e viene venduto a volte come tonnetto ma non lo è, attenzione! Il Tombarello è di minor pregio perché ha carni più oleose e molto sanguinolente quindi ha anche un sapore piuttosto forte.


Per 3 persone

- 1 tombarello di 1 kilo
- 10 pomodorini datterini (quelli un pò dolcini)
- una bella manciata di olive nere (io denocciolate)
- un cucchiaio di capperi già dissalati
- 4 foglie di basilico
- aglio secco in polvere o uno spicchio di aglio schiacciato
- mezzo bicchiere di vino bianco secco
- sale, olio EVO

Eviscerare e lavare molto bene il pesce dentro e fuori.


Tagliarlo a tranci di 2,5 cm eliminando testa, coda e pinne. Lavare delicatamente i tranci per farli spurgare del sangue. Asciugarli con carta da cucina.


Foderare una pirofila da forno con della carta forno che sbordi abbondantemente, appoggiare i tranci di pesce e condirli con aglio e sale, ricoprirli con i pomodorini tagliati a metà. Aggiungere le olive e i capperi, alcune foglie di basilico e finire con un altro pizzico di sale e un giro di olio.


Bagnare con metà del vino e richiudere la carta su se stessa a coprire la preparazione, lasciae un buco di sfogo per il vapore.


Infornare a forno caldo a 190 gradi per dieci minuti. Aprire la carta forno che copriva la preparazione e lasciar cuocere ancora per 15 minuti possibilmente col forno ventilato. Aggiungete altro vino solo se vedete che il fondo di cottura si consuma eccessivamente. Non cuocere troppo il pesce perché diventa stopposo.


Buon appetito!

Questa ricetta è in collaborazione con Gustissimo


2 commenti:

  1. è si un pesce meno pregiato ma buono comunque anche io ogni tanto lo preparo,ma l'abecedario europeo è finito,si chiude qui,io ho aggiunto il banner e le date nella pagina dei contest,tolgo o aspetto perchè magari vi è una nuova proposta,grazie e scusami se chiedo,un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, si purtroppo il giro d'Europa è finito, (lascerò il banner ancora un pò) comunque per sapere di nuove iniziative come queste consulta sempre il blog di 'Trattoria MuVaRa' che ha mille idee e le propone ai suoi amici. Intanto ti ringrazio e a presto Kri

      Elimina