mercoledì 26 gennaio 2011

WHB #268 - Minestra de bobici (mais) -Sirkova Kasa


Vi ho parlato già di mia nonna, la mia dolcissima nonna che preparava delle minestre meravigliose con pochi ingredienti, la minestra di orzo, la minestra de 'bisi spacai' (piselli secchi), la jota e poi quella che preferivo e che tutt'ora reputo la più buona in assoluto, la minestra de bobici.
I 'bobici' sono i chicchi di granturco, oggi si usano quelli della pannocchia fresca o addirittura quelli del mais in lattina, mia nonna usava i chicchi della pannocchia matura e secca. La ricetta antica di derivazione Istriana prevedeva proprio il mais secco, purtroppo non si trova quasi più in commercio, io l'ho trovato in una azienda agricola del Carso che ne produce limitatissime quantità. E' facile capire come mai tanti anni fa venisse usato il chicco secco per fare questa minestra, le pannocchie venivano seccate per poi usarle come mangime per gli animali da cortile e probabilmente in periodi di miseria veniva usato anche per l'alimentazione umana. In pratica la pannocchia veniva sgranata e i chicchi  spaccati, ovviamente prima di cuocerli bisognava tenerli a mollo nell'acqua per almeno una notte.


Gli ingredienti per fare questa minestra (4 porzioni abbondanti) sono:
200 gr bobici secchi ( oppure una pannocchia da latte da sgranare oppure 200 gr di mais in scatola)
200 gr di fagioli borlotti secchi
due belle patate
una cipollina, una carota media e un gambo di sedano
lardo o olio
un pezzo di maiale per insaporire, potete usare un fondo di prosciutto, una salsiccia, io ho usato un fondo di speck ben rifilato dalla cotenna dura e tagliato a grossi pezzi.

La sera prima mettete a bagno i fagioli e il mais in una ampia terrina e aggiungete all'acqua un cucchiaino colmo di bicarbonato, aiuterà l'ammorbidimento.


Per fare la minestra fate un battuto con gli aromi e il lardo e mettete a soffriggere, se preferite una minestra più leggera tagliate gli aromi a cubetti e fateli soffriggere nell'olio EVO. Aggiungete il mais e i fagioli scolati e sciacquati, le patate sbucciate e tagliate a dadini, un pugnetto di sale e lo speck (o il pezzo di maiale scelto).


Coprite di acqua abbondantemente perchè il mais in cottura tende ad assorbire l'acqua.
Lasciate cuocere un oretta a fuoco dolce e a pentola coperta, controllate ogni tanto la consistenza della minestra, se resta troppo liquida togliete il coperchio e alzate il fuoco per qualche minuto.


Se usate il mais fresco o in lattina dovrete aggiungerlo a metà cottura poichè essendo molto morbido non ha bisogno di cuocere a lungo.
Ecco il mio agoniato piatto di 'Minestra de bobici' non vedevo l'ora di assaggiarlo!


Con questa ricetta partecipo al WHB #268 che questa settimana viene ospitato da Brii


Grazie a
Kalyn di Kalyn's Kitchen

Partecipo anche all'Abbecedario culinario d'Italia organizzato dalla Trattoria MuVaRa


Partecipo anche all' Abbecedario della Comunità Europea per la nazione Slovenia


12 commenti:

  1. Che ricetta fenomenale ^_^
    Adoro il mais e abitando in campagna trovo sempre persone che hanno delle pannocchie secche ^_^
    Addirittura come hai scritto tu si utilizzano per gli animali.... quando sarà tempo di pannocchie ne farò seccare un bel pò e ti invierò alcune pannocchie sicuramente così non ti dovrai preoccupare di cercarle, è una promessa questa ^_^

    RispondiElimina
  2. Ciao Cri, chissà che buona questa minestra... se poi c'è dietro dolcezza di nonne... lo è certamente ancora di più!
    Senti ma lo sai che non ho ben capito sta cosa dei tuoi post per questo Herb blogging... so che l'hai spiegato qualche post fa, ma data l'ora lascio perdere la ricerca... verrò a sbirciare un'altra volta! Un abbraccio fortissimo! ^:^

    RispondiElimina
  3. @Erica
    Ma che carina che sei! In effetti è difficile reperire il mais secco, il problema è spaccarlo perchè è molto duro però la maniera la trovo! Ti mando un abbraccione Kris
    @Anastasia
    Se vuoi avere informazioni maggiori sul WHB scrivimi pure una mail, sarò felice di spiegarti meglio, è più facile di quel che può sembrare. Un abbraccio Kris

    RispondiElimina
  4. Ciao Kris! adoro questa minestra! Io di solito il mais lo congelo, ne ho ancora un sacchettino...corro a prepararla!!
    bacionissimi

    RispondiElimina
  5. @gabri
    Davvero si può congelare?? ma mi dai una notizia stupenda, andrò a recuperarne un altro sacchetto per avere la scorta, Grazie per la dritta, un abbraccio Kris

    RispondiElimina
  6. quanto mi piace questa zuppa Kris!
    ma posso fare una domanda stupida?
    non si può usare il mais secco che si trova al super?
    cioè quello per fare il pop corn?
    in fondo il pop corn è fatto con i chicchi di mais fatti seccare o no?
    che ne dici?
    grazie per questa ricetta, a me le ricette della tradizione piacciono particolarmente.
    baciusss
    brii

    RispondiElimina
  7. @Brii
    Io non credo che si possa usare il mais da pop corn, anche se lo ammolli resta troppo duro, quello che si usa per la minestra oltretutto è spaccato quindi i pezzi essendo più piccoli si inteneriscono più facilmente. Mi spiace.
    Bacioni Kris

    RispondiElimina
  8. domani proviamo con il mais secco l'abbiamo trovato in un botteghino in largo piave a trieste
    Mariuccia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buono a sapersi, andrò a prenderlo anche io. Grazie Kris

      Elimina
  9. io sono "quasi nuova" di questo sito. io ho un orto e di pannocchie ne ho molte perché le mettiamo anche per gli animali. se c'è una maniera facile per inviarvele fatemelo sapere

    RispondiElimina
  10. Ciao. sono triestina verace. Ho messo 'Minestra de bobici' x scherzo e ho trovato la tua meravigliosa minestra, uguale a quella che faceva mamma. Grazie tante. TUTTO A OCCHIO. Tanto per ricordare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie per il tuo delizioso commento, il primo del 2017 e tanto apprezzato. Proprio in questi giorni ho recuperato un sacchetto di mais secco e ho fatto questa minestra, ora riposa nel freezeer già porzionata in ciotoline monodose pronte per essere scongelate e scaldate (per la gioia del mio palato). Un abbraccio e a presto. Cris

      Elimina