mercoledì 8 maggio 2013

Così tante cose da fare e così poco tempo... - Pollo arrosto sulla bottiglia


Questo Maggio mi ha colta impreparata, ancora intontita da una primavera quasi inesistente, all'improvviso mi sono ritrovata a dover fare una marea di cose a cominciare dal famigerato 'cambio degli armadi' che due volte l'anno mi ossessiona.
Poi ho deciso di metter su un piccolo orto casalingo quindi ho passato pomeriggi immersa nel terriccio, vasi, semenzai e quant'altro. Nel prossimo post vi metterò le foto dei miei sforzi.
Ho un sacco di cose da cucire, quelle classiche cose che si mettono via perchè manca un bottone, c'è da fare l'orlo, si è scucita una tasca, quelle che da una stagione all'altra si accumulano nel reparto 'riparazioni' dell'armadio. Per non parlare delle mie 'clienti' bambole sempre così esigenti!
Quindi cucino ma non ho mai tempo per star li a fotografare, sistemare, creare decorazioni, metto tutto nei piatti e via di mandibole!
Tant' è che per questo pollo il tempo di preparazione e poco e poi lui si cuoce con calma in forno mentre io sono libera di fare altro.
Questa ricetta sembra abbia origini romene forse per la sorte che tocca al nostro pollo che era così cara a Vlad l'Impalatore, quindi vi prego non ridete di questo pollo un pò 'ridicolo' gli animalisti forse inorridirebbero per la fine poco 'dignitosa' che gli ho fatto fare: impalato!


Vi serve un bel pollo già eviscerato, una bottiglia di birra da 33 cl. magari corposa, scura o comunque aromatica. Olio EVO, sale, spezie a piacere (io ho usato salvia, rosmarino e peperoncino). E per contorno scegliete le verdure che preferite, io ho usato patate e finocchi.

Lavate bene la bottiglia eliminando accuratamente le etichette di carta. Smezzate la bottiglia di birra, bevetela quella che togliete, la birra è buona e fa bene!
Con attenzione versate una manciata di spezie tritate nella bottiglia. Fate questo lavoro sul lavello perchè la schiuma della birra traboccherà un pò.


Lavate bene il pollo dentro e fuori, ora mettete la bottiglia in una teglia e infilate il pollo per la parte bassa, insomma per la sua apertura 'naturale'.


Spennellate l'esterno del pollo con una miscela di olio, sale e spezie tritate.


Infornate a 180 gradi per 1 ora circa.
Allora la birra sicuramente traboccherà quindi ogni tanto aprite il forno e eliminate con un mestolino il liquido in eccesso. Potete usare il suddetto liquido anche per spennellare l'esterno del pollo affinchè non si secchi troppo.
A venti minuti dalla fine della cottura aggiungete nella teglia le verdure. Salate e lasciate finire la cottura.


Ed eccolo il mio pollo, croccante fuori, morbido dentro e aromatizzato perfettamente!


Potete sostituire la bottiglia con una lattina, esistono addirittura delle teglie fatte apposta per questo tipo di cottura. Va da se' che potete usare qualsiasi liquido, brodo o acqua.
Foto presa da internet
Ah un ultima cosa.. il pollo è buono e si 'cucina da solo' però poi avrete da pulire il forno per bene perchè sporca abbastanza... vabbè non si può voler tutto no??


1 commento:

  1. Che modo originale di cucinare il pollo! Mi hai incuriosita, voglio provarci!! Ciao!

    RispondiElimina